Debian, Ubuntu, Linux, Gnu, software libero Ubuntu, Quantal Quetzal, Raring Ringtail, Linux, Ubuntulandia, Giochi tag foto 3 Mandelbulber, grafica, multimedia, Linux, Ubuntulandia Conky, Ubuntu, Linux, Ubuntulandia, Quantal Quetzal, Raring Ringtail Python, Ubuntu, Linux, programmazione Ubuntu 13.04, Raring Ringtail, Canonical, Linux Android, Linux, Ubuntu Internet Explorer, Firefox, Chrome, Safari, internet browsers, Ubuntulandia Linux Mint, distribuzioni, Ubuntulandia

domenica 28 agosto 2011

Counter-Strike 2D riesce a ricreare il feeling del gioco originale grazie a un massiccio restyling e nuove caratteristiche.

Sparatutto non recentissimo ma anche ancora oggi può contare su milioni di giocatori attivi.

Neanche CS 2D è gioco nuovissimo, ma da poco ha subito un massiccio restyling e sono state aggiunte nuove caratteristiche.

Counter-Strike 2D riesce a ricreare il feeling del gioco originale grazie a varie modalità di gioco, offline ed online.

Le mappe di base sono moltissime e se ne possono scaricare facilmente, e gratuitamente, di nuove.

Decine sono le armi a disposizione, dalle classiche pistole fino ai più potenti fucili militari.

Counter Strike 2D permette di giocare offline sfidando dei BOT, oppure online, gratis, sfidando avversari umani. Per giocare online è necessario scegliere un server.

Link per scaricare il gioco.

Tecnicamente Counter-Strike 2D riporta alla mente i vecchi giochi per Amiga, come Alien Breed Obliteration.

La visuale infatti è a volo d' uccello, mentre la grafica è curata, ma non certo impressionante.

Screenshots.












Ricerca personalizzata


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

ccc

giovedì 25 agosto 2011

10 giochi open source per Linux davvero molto belli e divertenti.

Tratteremo dunque tutti i programmi utili a vivere i Giochi per Linux nel migliore dei modi.

Perchè pagare per acquistare giochi quando se ne possono avere di molto belli su Linux e completamente gratis?

Linux, il sistema operativo Open Source più utilizzato al mondo, è “odiato” da tutti gli utenti accaniti di giochi e videogiochi.

Quest’odio però si può mettere da parte, dal momento che in rete stanno iniziando a comparire giochi per Linux davvero molto belli e divertenti.

I siti che li mettono a disposizione sono tanti. Oggi vogliamo presentarvi la raccolta di giochi Linux dedicata ai gioch.

Come al solito tutti i programmi che verranno presi in esame nella sezione Giochi verranno corredati da guide di installazione e ulteriori risorse Web

Che abbia inizio una nuovo viaggio nel mondo dei migliori programmi di Giochi FPS per Ubuntu.

Zec client per Empire è un gioco multigiocatore in tempo reale con obiettivi militari, diplomatici ed economic.
 

Zec è un client per Empire (http://www.wolfpackempire.com/), un gioco multigiocatore in tempo reale basato su Internet, con obiettivi militari, diplomatici ed economici.

Attualmente vi sono due incarnazioni di zec: zec e zecsh.

zec stesso è uno script tradizionale nello stile di pei. Sebbene non sia così ricco di funzioni come pei, ha il vantaggio di avere il supoorto ZLE.

zecsh è uno script sperimentale, pensato per essere analizzato ed eseguito da una istanza di una shell in esecuzione, allo scopo di dare all'utente la capacità di frammezzare normali istruzioni per shell con comandi Empire.

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina


XBlast TNTun gioco arcade multi-giocatore che si ispira al videogioco Bomberman.
XBlast è un gioco arcade multi-giocatore che si ispira al videogioco Bomberman (Dynablaster).

XBlast è una particolare versione del classico Bomberman, con una particolarità decisamente interessante.

XBlast non dispone di una modalità per giocatore singolo, ma solo di una multiplayer, da usare Online (tramite connessione Internet oppure rete locale LAN). Se questo da una parte può sembrare un limite, in realtà è un grande pregio, in quanto è possibile organizzare partite con giocatori da tutto il Mondo (ed ovviamente con i propri amici), una sfida all'ultima bomba davvero accesissima.

Tecnicamente XBlast è molto grezzo e questo è praticamente il suo unico difetto. Le arene sono ben fatte, i personaggi molto meno, nulla di esaltate nel complesso, stesso discorso per il sonoro, piacevoli gli effetti, bruttina la musica. Se però riuscite a passare sopra questi limiti, allora avete trovato il gioco della vostra vita.

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina




In XBill, uno dei videogiochi open source "classici" di tipo arcade, la lotta contro Wingdows continua.

Xbill è uno dei videogiochi open source "classici" di tipo arcade, molto popolare alla fine degli anni '90.

Il personaggio principale del gioco è "Bill", lo scopo del gioco è quello di evitare che le orde di cloni di Bill installino Wingdows, un virus "abilmente camuffato in modo da assomigliare a un popolare sistema operativo" su computer che usano altri tipi di sistemi operativi (per esempio Linux, Freebsd, Mac OS, e altri).

Quando "bill" installa Wingdows su un computer, il precedente sistema operativo viene lasciato a fianco del computer stesso. Usando il mouse si può schiacciare bill, prendere i vecchi sistemi operativi e reinstallarli sui computer su bill ha installato Wingdows

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina

XBlockOut, gioco style Tetris in 3 D


Il nonno di questo gioco è Tetris, il padre è BlockOut su PC / DOS.

Blockout è un marchio registrato di Kadon Enterprises, Inc., utilizzati previa autorizzazione. Il giocatore deve piazzare i pezzi in 3D e le rotazioni in modo da riempire il piano di gioco.

Il gioco è in tempo reale e la velocità aumenta con la capacità del giocatore.

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina


Xbattle è un gioco multigiocatore che combina elementi di strategia con arcade

Xbattle è un gioco multi-player concorrente che combina elementi di strategia con arcade di azione del tipo di catturare una vasta gamma di scenari militari.

Il gioco è stato originariamente scritto per i sistemi UNIX utilizzando il sistema X Window
Una vasta gamma di opzioni da linea di comando (e in precedenza file di gioco configurato) forniscono una grande varietà di scenari e ambienti diversi di gioco.

Questo gioco non funziona come client-server. Il progetto X-Battle è rimasto orfano da diversi anni.

Nell'anno 2009 vi fu un tentativo di rilanciare il progetto un po 'presso l'Università di Danzica, dove un gruppo fortemente motivato di cinque studenti di prendere il codice da stabile AI versione 1.2.2 e si prepara ad un ulteriore sviluppo (versione 1.2.3)

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina


Wormux è un clone multipiattaforma gratuito a codice aperto per la famosa saga Worms Armageddon e Worms World Party.

Wormux è un clone per Linux del famosissimo gioco Worms.
Wormux è free ed open source, e i protagonisti del gioco sono le mascotte dei programmi free più famosi.
Ogni giocatore controlla una squadra a sua scelta (Tux, Firefox, GNU, etc.) e deve cercare di distruggere la squadra avversaria.
Wormux dispone di un lungo elenco di mappe ed effetti sonori con la possibilità di creare mappe casuali sempre diverse.
I quadri sono in 2D con grafica in stile fumetto
Il gioco è già presente impacchettato nei repository di molte distribuzioni linux, quindi l'installazione risulta molto semplice e il divertimento assicurato.

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina
Widelands, definito da tutti il clone di The Settlers, ha una nuova grafica.
Gioco strategico in tempo reale rilasciato sotto licenza GPL. Definito da tutti (anche dagli autori) il clone di The Settlers.

Se non ci avete mai giocato per i primi 10 minuti vi sentirete un po' spaesati e sarà difficile che riusciate a costruire qualche edificio, ma non scoraggiatevi il bello sta per venire.

Si può giocare sia in modalità single player che multiplayer.

Possibilità di scegliere tra barbari e impero romano.

Tantissime mappe e campagne, con la possibilità di scaricarne altre dal sito ufficiale, senza contare che si possono utilizzare le mappe di The Settlers II.

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina 

Warsow, uno sparatutto basato sul motore di Quake 3D dalla grafica stupefacente.
Il competitivo gameplay di questo FPS multiplayer è basato fortemente sulle abilità del giocatore stesso. Infatti, sono possibili “trickjumps” proprio come in Quake (chi non ricorda il famosissimo rocket jump, bunny hoppyng e double jump ?). In più sono presenti delle abilità che ci ricollegano ad un altro rinominato titolo, Unreal (la corsa rapida, anche detta dash, la schivata o dodge ed addirittura il wall jumping).

Queste abilità sono separate in tasti diversi per permettere ai player di non fare confusione ed, una volta raggiunta una skill particolarmente alta, sono di grande aiuto per una ricerca più veloce di Energia, protezioni ed armi. Ovviamente, i trickjumps, sono anche un ottimo diversivo per confondere l’avversario.

Un’altra peculiarità è il sistema power-up delle armi. Troverete per la mappa munizioni più potenti, oltre ad altre armi.

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina

Warzone 2100, ottimo esempio di gioco strategico in tempo reale.
Warzone 2100 rappresenta per Linux un ottimo esempio di gioco strategico in tempo reale stile Command & Conquer in grafica tridimensionale.

Caratteristiche principali del gioco: - grafica 3D di alta qualità con tanto di ombreggiature ed effetti di luce, sia per la mappa che per le unità;

- facile controllo del gioco: aree di selezione, assegnamento di un numero ad un reparto, zoom con rotellina;
- possibilità di progettare nuove unità tramite l’assemblaggio di componenti frutto di ricerche proprie o ottenute con la forza dagli avversari;
- carriera delle unità: le unità avanzano di grado in base ai vari successi in ogni battaglia diventando tecnicamente più esperte;
- comandi avanzati delle unità: ad ogni unità/gruppo di unità possono essere assegnati compiti precisi come ad esempio la modalità difensiva, il fuoco a vista;
- tutte le costruzioni/mezzi presenti nella mappa possono essere distrutti abitazioni e veicoli civili inclusi.
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina

Adonthell, dove suono e qualità della grafica sono gli aspetti del gioco più intriganti
La storia è ambientata nell'epoca medievale, in cui il personaggio deve entare in una villa, chiamata Waste's Edge e svelare il mistero di Thief. È un gioco sensazionale, per chi ha avuto l'opportunità di giocare a Phantasy Star I o a Maniac Mansion.
 
Il gioco richiede una conoscenza media dell'inglese . Nel gioco sono presenti labirinti, porte, ed in varie occasioni per procurarsi artefatti è utile conversare con differenti personaggi.

Un'altra qualità di Adonthell è che il gioco non consuma molta memoria RAM e non richiede grandi elaborazioni in termini di processore.

Ricerca personalizzata



Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

 
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina

I migliori plugin per The Gimp, il popolare programma di fotoritocco open source.

The Gimp è un ottimo software di fotoritocco Open Source, disponibile per Linux. E’ un software in continuo sviluppo, la versione attualmente disponibile per il download è la 2.6 .

Da Ubuntu, la 10.04 Lucid Lynx non è più installato di default cioè non fa parte del “pacchetto” iniziale con cui viene fornito Ubuntu, ma sarà sempre possibile installarlo dai repository o semplicemente tramite Synaptic o Ubuntu Software Center.

Di seguito elenchiamo i migliori plugin per The Gimp, che hanno l’effetto di aggiungere delle interessanti funzionalità o di migliorarne la resa.

Plugin per il fotoritocco


  • Pandora: unione di più immagini per la creazione di un panorama.

  • Film Grain: rende le immagini come fossero prese in un film classico.


Scheda completa e istruzioni per il downlad 

-->

  • Black Ink: fa assomigliare l’immagine ad un disegno fatto con con la china
  • Copyright Text: aggiunge il copyright alle immagini
  • DeNoise: riduce l’effetto noise
  • Astro-plugins: ottimo plugin per la realizzazione di immagini astronomiche
  • Lomo: è un plugin ideale per le immagini all’aperto, in quanto le rende molto chiare.


Lomo-Gimp è uno script di qualità Photoshop, che cerca di dare le vostre immagini digitali il calore di quelle prese da una vecchia macchina analogica telemetro.

Pensate a come una Instamatic Kodak o un effetto Lomo Holga falsificazione.

Si potenzia il contrasto e la saturazione, e si applica una luce e una sovrapposizione di buio, cercando di emulare falsità in esposizione.

Per emulare l'aberrazione cromatica particolare in immagini scattate con una vera e propria Lomo.
Lomo-Gimp è distribuito sotto licenza HESSLA.

Scheda completa e istruzioni per il downlad
  • Photo Effects: offre diversi dettagli grafici, come fumetto, matite colorate penna ad inchiostro, timbro, vernice, effetto vetrata, mosaico
  • RedEye: elimina il fastidioso effetto occhi rossi
  • EZ Improviser: migliora a livello generale le immagini

-->


Plugin per immagini Web

  • Adaptive contrast enhancement: regola il contrasto in maniera automatica
  • Refract/Reflect: simula gli effetti di gocce d’acqua
  • Borders: aggiunge dei bordi all’immagine
  • Chrominium: ci permette di creare un logo cromato
  • Stampify: aggiunge l’effetto francobollo ad un’immagine
  • SaveForWeb: il plugin ideale per salvare le immagini per il web, permettendoci di trovare il miglior compromesso tra dimensioni e qualità
Plugin di utilità varia

  • GIMP Dewierdifyer: raggruppa tutte le schede di GIMP in una sola finestra
  • Yin-Yang: aggiunge i simboli dello Yin e dello Yang ad un’immagine
Yin Yang è un simbolo spesso associato a daoismo (Taoismo), il simbolo Yin Yang rappresenta una unità di correlazione tra gli opposti.

Le tecniche utilizzate qui possono essere utilizzate per una moltitudine di compiti di progettazione, quindi se non sapete come creare questa forma vale la pena passare attraverso il tutorial passo per passo.

E' preferibile usare criteri digitali, in contrapposizione allo stile più analogico di posizionamento.

La forma di base del simbolo Yin Yang è quella di un cerchio, il cerchio è diviso in due metà, anche, invece di avere una linea retta che la divide, il divario è curvo.

Il bianco e nero, simbolo Yin Yang, è forse un po 'ingannevole e di nuovo ci porta a pensare in assoluto, che non è la natura del Dao, ma poi forse lo è.

Ulteriori risorse

  • Writing plugins: una guida che ci insegna come poter scrivere plugin, presa dal sito degli sviluppatori di The GIMP
  • Writing Plugin: altra guida presa dal sito principale di The GIMP
 
Ricerca personalizzata


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

sabato 20 agosto 2011

BareFTP ottimo client FTP per trasferire files usando il protocollo FTP su Ubuntu.

bareFTP è un'ottimo client FTP, usa due pannelli e una barra degli indirizzi con le opzioni essenziali.

I preferiti si gestiscono come in un browser, un elemento che lo rende ideale per i neofiti. Tra i vari protocolli supportati, oltre all'FTP vi è l'SFTP, e l'FTP su SSL/TLS. Possiamo dire che è un ottima alternativa a Filezilla o gFTP.

bareFTP è un'ottimo client FTPO leggero  e funzionale, per trasferire files utilizzando l'ormai collaudato protocollo FTP.

Di softwares che servono a questo scopo ce ne sono tantissimi, su tutti il famosissimo Filezilla o gFTP.

Ma BareFTP è una validissima alternativa ai più noti colleghi, soprattutto per coloro che amano i programmi semplici e senza complicazioni.

Per installarlo basta (nelle ultime versioni di Ubuntu) andare nel Software Center di Ubuntu e cercarlo, ma aggiungendo i  PPA ufficiali avremo sempre la versione più aggiornata.

Installato il programma, lo troviamo nella sezione Internet delle nostre appllicazioni. Avviamolo e vediamo che l'interfaccia gtafica è pulita e semplice

Vedete il menu in alto, la barra inferiore in dove inserire i parametri e le credenziali del nostro spazio FTP o del server che abbiamo a disposizione. Una volta inserito il tutto basta fare clic su connetti per accedere al nostro spazio privato. Adesso possiamo trasferire i files dal locale al server FTP semplicemente trascinandoli da sinistra a destra o viceversa.

Aggiunta la nuova funzione di Syncronized Browsing, raggiungibile dal menu nella sezione Tools, che permette di sincronizzare locale/server l'intero contenutpo della cartella presente su entrambi gli spazi.


La procedura standard per installarlo è:

sudo apt-get install bareftp

Vediamo ora ogni versione di Ubuntu in particolare:

Per Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat e Ubuntu 11.04 Natty Narwhal:


Possiamo installarlo usando semplicemente Ubuntu Software Center.

Per Ubuntu 10.04 Lucid Lynx:

La troviamo all'interno dei repository universe, quindi basta aprire il terminale  e scrivere:


sudo apt-get install bareftp

Oppure tramite Synaptic

Per Ubuntu 9.10 Karmic:


sudo add-apt-repository ppa:christian-bareftp/ppa && sudo apt-get update

Per Ubuntu 9.04 Jaunty Jackalope:

sudo apt-key adv --recv-keys --keyserver keyserver.ubuntu.com --recv-key 0x3a2c2454efdc6953 && sudo echo "deb http://ppa.launchpad.net/christian-bareftp/ppa/ubuntu jaunty main" | sudo tee -a /etc/apt/sources.list && sudo apt-get update

Per Ubuntu 8.10 Intrepid Ibex:


sudo apt-key adv --recv-keys --keyserver keyserver.ubuntu.com --recv-key 0x3a2c2454efdc6953 && sudo echo "deb http://ppa.launchpad.net/christian-bareftp/ppa/ubuntu intrepid main" | sudo tee -a /etc/apt/sources.list && sudo apt-get update

Per installare bareFTP in altre distribuzioni visitare questa pagina.


Screenshots.



Ricerca personalizzata

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Guida ad Ubuntu sul desktop: partizioni e avvio, hardware e rete.

Benvenuto nella Guida ad Ubuntu sul desktop, un'esauriente guida per usare Ubuntu in un ambiente desktop.

Questa guida è divisa nei seguenti capitoli:
  1. Per iniziare - Un'introduzione al mondo di Ubuntu e qualche concetto base utile per chi inizia ora a utilizzare Ubuntu.
  2. Aggiungere, rimuovere e aggiornare applicazioni - Come gestire le applicazioni in Ubuntu.
  3. Attività comuni - Svolgere le attività comuni con Ubuntu come l'ascolto di musica e la visualizzazione di video, l'utilizzo di internet, programmi per l'ufficio, di grafica e altro.
  4. Configurare il sistema - Cambiare le impostazioni del sistema Ubuntu a seconda delle necessità.
  5. Ottenere maggiore aiuto - Dove trovare aiuto se questa guida non fornisce delle risposte.
Versioni HTML e PDF del manuale sono disponibili online sul sito della documentazione di Ubuntu.
Installare i programmi con Ubuntu Software Center.

Ubuntu Software Center (originariamente AppCenter) è un programma per installare e rimuovere del software sul sistema operativo Ubuntu.


È basato sul programma già esistente gnome-app-install, molto simile nelle funzionalità e nell'aspetto. Ubuntu Software Center può essere utilizzato anche per aggiungere i repository ed è scritto nel linguaggio di programmazione Python.


 l software era inizialmente conosciuto come Ubuntu Software Store. La versione iniziale (0.1) è stata rilasciata il 21 agosto 2009 Il pacchetto è stato poi ribattezzato Ubuntu Software Center nella versione 0.4.0 il 25 settembre 2009 a seguito di una discussione con i membri della comunità. Nella maggior parte dei paesi di lingua inglese al di fuori degli Stati Uniti è conosciuto come Ubuntu Software Centre.


L'obiettivo di Canonical fu quello di introdurre il Software Center in modo graduale: partire da Ubuntu 9.10 Karmic Koala e aggiungere via via nuove funzionalità fino a Ubuntu 11.04, previsto per il mese di aprile 2011.


Nel luglio 2010, il piano era quello di introdurre i cambiamenti nel modo seguente:
Ottobre 2009 - Ubuntu 9.10 Karmic Koala
Introdotta una nuova interfaccia per la localizzazione, l'installazione e la rimozione del software.
Aprile 2010 - Ubuntu 10.04 Lucid Lynx LTS
Sono state aggiunte delle sottocategorie per le applicazioni.
Ottobre 2010 - Ubuntu 10.10 Maverick Meerkat
É possibile assegnare un voto al pacchetto software e al tempo stesso vedere le valutazioni degli altri utenti. Aggiunta anche una dimostrazione di come lanciare il programma appena installato.
Aprile 2011 - Ubuntu 11.04 Natty Narwhal
Verrà migliorata la condivisione e il monitoraggio del software da parte degli utenti. Sarà possibile vedere quali software sono stati installati dagli amici e si potrà scaricare un pacchetto su più computer contemporaneamente. Con questa distribuzione Ubuntu si prevede anche che Ubuntu Software Center includerà la possibilità di installare applicazioni da CD.

Partizioni e avvio.

Editor grafico delle partizioni.

Gparted è uno strumento grafico per modificare le partizioni del disco.


  1. Installare il pacchetto gparted (consultare GParted ideale per creare lo spazio necessario all'installazione di una distribuzione GNU/Linux).
  2. È possibile avviare l'applicazione da Sistema->Amministrazione ->Editor di partizioni per GNOME .

Abilitare una partizione in Ubuntu

Le partizioni di Windows e tutte le altre dovrebbero essere disponibili automaticamente in Ubuntu. In caso contrario è possibile abilitarle con l'utilizzo dello strumento grafico per la gestione dei dischi.
  1. Selezionare Sistema->Amministrazione->Dischi
  2. Selezionare il disco fisso e fare clic sulla scheda Partizioni.
  3. Selezionare la partizione e fare clic sul pulsante Abilita.
  4. Per smontare la partizione fare clic sul pulsante Disabilita.

Rendere le partizioni automaticamente disponibili

Le partizioni di Windows e tutte le altre dovrebbero essere disponibili automaticamente in Ubuntu. Se non lo sono la procedura seguente renderà le partizioni disponibili:
  1. Leggere la sezione chiamata “Controllare l'utilizzo del disco e visualizzare la tabella delle partizioni” della Guida di Ubuntu.
  2. Per prima cosa creare una directory dove la partizione può essere resa disponibile ("montata"):
    sudo mkdir /media/windows
    							
  3. Successivamente, creare una copia di backup del file di configurazione dei dischi e aprirlo in un editor di testo con i privilegi di amministratore:
    sudo cp /etc/fstab /etc/fstab_backup
    gksudo gedit /etc/fstab
    						
  4. Accodare la riga seguente alla fine del file:
    /dev/hda1 /media/windows ntfs umask=0222 0 0
    [Nota]
    Sostituire /dev/hda1 con il nome del dispositivo corretto per la vostra partizione.
    Se la partizione Windows utilizza il file system FAT32, sostituire nell'esempio precedente ntfs con vfat.
    Se il file system è di tipo FAT32, è sicuro permettere l'accesso in lettura e scrittura. Per fare questo cambiare il valore di umask a 0000.
  5. Salvare il file modificato.
  6. I cambiamenti avranno effetto dopo un riavvio del computer.

Eseguire un comando di sistema all'avvio

A volte può essere utile aggiungere un comando personalizzato al processo di avvio così che il computer lo esegua ad ogni avvio. Per fare questo:
  1. Modificare il crontab con privilegi di amministrazione.
    sudo crontab -e
  2. Inserire la seguente riga:
    @reboot /home/user/comando
    [Nota]
    Sostituire /home/user/comando con l'indirizzo completo del comando.
  3. Salvare il file e uscire.

Cambiare il sistema operativo predefinito al boot.

Per cambiare il sistema operativo avviato in modo predifinito al boot, è necessario modificare il file di configurazione per il boot.
  1. Creare una copia di backup del file di configurazione del boot, quindi aprirlo con un editor di testo:
    sudo cp /boot/grub/menu.lst /boot/grub/menu.lst_backup
    gksudo gedit /boot/grub/menu.lst
  2. Cercare la seguente riga:
    ...
    default 0
    ...
  3. Sostituirla con la seguente riga:
    default X_numero
  4. Salvare il file modificato.

Disabilitare/Abilitare permanentemente servizi all'avvio.

Sono necessari privilegi di amministratore.
  1. Eseguire Impostazioni servizi: Sistema->Amministrazione->Servizi.
  2. Inserire la propria password.
  3. Selezionare/Deselezionare i servizi che (non) si desidera eseguire, poi fare clic su OK.
  4. Per un maggiore controllo sui servizi, installare l'applicazione bum dal repository Universe  ed eseguirlo: Sistema->Amministrazione->Boot-up Manager.

 

Hardware

Fotocamere digitali

La maggior parte delle fotocamere digitali a interfaccia USB sono riconosciute da Ubuntu. Collegare la fotocamera e accenderla. Ubuntu vi chiederà se si desidera importare le fotografie. Fare clic sul pulsante Importa, Ubuntu mostrerà un'anteprima delle fotografie. Selezionare una posizione in cui salvare le fotografie e fare clic su Importa. Ubuntu salverà le vostre fotografie nel vostro disco fisso.
Se la procedura automatica di importazione non si avvia, provare ad avviare gThumb e selezionare File->Importa foto.

Schede grafiche 3D

Introduzione all'accelerazione video 3D

La maggior parte delle schede video dovrebbero funzionare automaticamente in Ubuntu. Su certe tipologie di schede video l'accelerazione 3D (necessaria per alcuni giochi) non è supportata automaticamente. Questa sezione espone come rendere funzionante l'accelerazione 3D su alcune popolari schede grafiche.

Il primo passo consiste nel controllare se l'accelerazione 3D è funzionante.
  1. Per fare questo, inserire in un terminale:
    glxinfo | grep rendering
  2. Se l'accelerazione 3D funziona, sarà visualizzato:
    direct rendering: Yes
  3. Se non funziona, seguire le istruzioni nelle sezioni successive per attivare l'accelerazione 3D.

Driver 3D per schede grafiche Nvidia.

 

Nessuna scheda grafica Nvidia ha l'accelerazione 3D abilitata automaticamente in Ubuntu perché il produttore non ha rilasciato dei driver open source. È comunque possibile attivare l'accelerazione 3D. La procedura dipende da quale tipo di scheda video si possiede.
  1. Se si possiede una vecchia scheda TNT, TNT2, TNT Ultra, GeForce1 or GeForce2nvidia-glx-legacy e nvidia-settings dal repository Restricted  installare i pacchetti
  2. Se si possiede una scheda più recente installare il pacchetto nvidia-glx dal repository Restricted.
  3. Per abilitare il nuovo driver eseguire il seguente comando in un terminale:
    sudo nvidia-glx-config enable
  4. Potrebbe essere necessario configurare i nuovi driver eseguendo l'applicazione nvidia-settings. Se lo si desidera, inserire una voce di menù per questo programma

Driver 3D per schede grafiche ATI

Molte schede grafiche ATI funzionano ottimamente in Ubuntu.  Se non è funzionante, la seguente procedura dovrebbe attivarla.
  1. Installare il pacchetto xorg-driver-fglrx dal repository Restricted.
  2. È necessario configurare il computer per usare il nuovo driver. Eseguire il seguente comando in un terminale:
    sudo dpkg-reconfigure xserver-xorg
  3. Quando vieno mostrato un dialogo che richiede se effettuare il rilevamento automatico del video, scegliere .
  4. Alla richiesta di selezionare un driver, scegliere fglrx.
  5. Seguire le istruzioni rimanenti secondo necessità.
  6. Riavviare il computer affinché i cambiamenti abbiano effetto.

Layout di tastiera.

Questa sezione espone come aggiungere layout di tastiera al proprio sistema e utilizzarli.

Aggiungere un layout.

Per aggiungere un layout di tastiera al proprio sistema:
  1. Selezionare Sistema->Preferenze->Tastiera
  2. Selezionare Disposizioni
  3. Fare clic su Aggiungi... per aggiungere altri layout di tasitera. È consigliabile avere due layout, mentre il massimo consentito è quattro.
  4. Chiudere il dialogo.

Cambiare layout della tastiera

Per spostarsi tra i layout di tastiera è possibile impostare una combinazione di tasti:
  1. Selezionare Sistema->Preferenze->Tastiera
  2. Per configurare le disposizioni, scegliere Opzioni di disposizione
  3. Espandere l'opzione Comportamento cambio/blocco del gruppo
  4. Scegliere una combinazione di tasti per passare da un layout all'altro. Quella predefinita è la pressione contemporanea dei due tasti Alt. Una valida alternativa è l'utilizzo di Alt-Shift.
  5. Chiudere il dialogo
  6. È ora possibile utilizzare la combinazione di tasti per passare da un layout all'altro.

Indicatore tastiera

In alternativa aggiungere l'applet Indicatore tastiera al pannello:
  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse su un'area vuota del pannello in cui si desidera aggiungere l'applet
  2. Fare clic su Aggiungi al pannello...
  3. Selezionare Indicatore tastiera dalla sezione Utilità
  4. È ora possibile, tramite un clic col pulsante destro del mouse su Indicatore tastiera gestire i layout di tastiera.

Schede wireless.

Molte schede wireless sono riconosciute automaticamente da Ubuntu durante la fase di installazione. Una lista con tutte le schede funzionanti con Ubuntu può essere trovata nel wiki di Ubuntu. Se la vostra scheda funziona ma non è presente nella lista, aggiungetela pure!

Alcune schede non funzionano automaticamente in Ubuntu. Se così fosse consultare la Wireless Troubleshooting Guide nel wiki internazionale di Ubuntu, un'ottima guida su come risolvere alcuni problemi con le schede wireless.

Tutte le informazioni riguardo il wireless sono raccolte in Configurare Wireless nel wiki italiano di Ubuntu.

Modem.

Winmodem.

La maggior parte dei winmodem non sono suportati da Ubuntu. Molti driver possono essere trovati per abilitare tali modem. Per prima cosa è necessario identificare il chipset che utilizza il winmodem:

wget -c http://linmodems.technion.ac.il/packages/scanModem.gz 
gunzip -c scanModem.gz > scanModem 
chmod +x scanModem
sudo ./scanModem 
gedit Modem/ModemData.txt

Leggere questo file, dovrebbe contenere il chipset in uso. Una volta a conoscenza del chipset, leggere http://www.linmodems.org/ e seguire le istruzioni relative al proprio modem. Maggiori infomrazioni possono essere trovate in Dial-up Modem Howto nel wiki italiano di Ubuntu.

Modem ADSL.

Tutti i modem PPPOE e i router ADSL (quelli che utilizzano l'interfaccia ethernet per la connessione) sono supportati da Ubuntu e anche alcuni modem ADSL con interfaccia USB. Per i modem router ADSL basta collegare il cavo, configurare il modem con le istruzioni del vostro ISP e impostare la connessione di rete in Ubuntu. Per informazioni sui modem PPPOE consultare ADSLPPPoE nel wiki di Ubuntu.

Stampanti.

Alcune stampanti sono riconosciute automaticamente da Ubuntu, se così non fosse, selezionare Sistema->Amministrazione->Stampanti e fare doppio-clil su Nuova stampante.
Alcune stampanti necessitano di ulteriore configurazione. Cercare nel database di LinuxPrinting.org o controllare la pagina delle stampanti nel wiki di Ubuntu per informazioni riguardanti la propria stampante.

Altri consigli.

Controllare l'utilizzo del disco e visualizzare la tabella delle partizioni

  1. Avviare Sistema->Amministrazione->Dischi
  2. Selezionare il Disco rigido, quindi la scheda Partizioni
  3. Le partizioni sono elencate nella Lista delle partizioni a lato sono mostrati dimensione e percorso d'accesso.

Elencare i dispositivi.

  1. Per elencare i dispositivi montati, eseguire il seguente comando in un terminale:
    mount
    La lista visualizza i dispositivi (come le partizioni di un disco fisso), i percorsi d'accesso (per accedere ai file), il tipo di filesystem e, tra parentesi, le opzioni di mount.
    Questo esempio mostra la partizione del disco fisso hda2 montato come «/» con ext3 come filesystem. La partizione è montata con due opzioni, una permette al dispositivo di essere letto e scritto e l'altra rimonta il dispositivo in sola lettura nel caso di errori.
                      /dev/hda2 on / type ext3 (rw,errors=remount-ro)
                    
  2. Per elencare i dispositivi PCI:
    lspci
  3. Per elencare i dispositivi USB:
    lsusb

Montare/Smontare CD/DVD-ROM manualmente e mostrare tutti i file e cartelle nascosti e associati.

  1. Assumendo che /media/cdrom0/ sia la posizione del CD/DVD-ROM
  2. Per montare il CD/DVD-ROM:

    sudo mount /media/cdrom0/ -o unhide

  3. Per smontare il CD/DVD-ROM:

    sudo umount /media/cdrom0/

 

Rete

Cambiare il nome del computer.

  1. Sistema->Amministrazione->Rete
  2. Selezionare la scheda Generale. Inserire il nome del computer nella casella di testo Nome host.
  3. Fare clic su OK, chiudere tutte le applicazioni aperte e riavviare.

Utilità di rete.

Firewall Firestarter.

Un firewall protegge un computer da accessi non autorizzati. Normalmente non è necessario installare un firewall su un sistema Ubuntu, poiché gli accessi al sistema sono disabilitati in modo predefinito. Comunque, se vengono eseguiti dei servizi che consentono l'accesso ad altri computer (ad esempio, il server web Apache), è consigliato installare un firewall.  

Firestarter è un programma che consente di controllare un firewall attraverso un'interfaccia grafica.


  1. Installare il pacchetto Firestarter dal repository Universe (Consultare Firestarter personal firewall, la sicurezza su Linux).
  2. Dopo l'installazione, eseguire Applicazioni->Strumenti di sistema->Firestarter per configurare il firewall. Il firewall viene fatto partire in background all'avvio del computer.

Monitor di rete grafico.

Con Etherape viene mostrata l'attività di rete tra host differenti usando cerchi di grandezza diversa.
  1. Installare il pacchetto etherape dal repository Universe.
  2. Selezionare: Applicazioni->Internet->Etherape

Analizzatore del traffico di rete.

Ethereal è un analizzatore/sniffer del traffico di rete che cattura in tempo reale i pacchetti dalla rete e ne visualizza il contenuto.
  1. Installare il pacchetto ethereal dal repository Universe.
  2. Selezionare: Applicazioni->Internet->Ethereal
 fonte: Help Ubuntu.it

Ricerca personalizzata


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

lunedì 15 agosto 2011

Mozilla Thunderbird 5.0, tutte le novità della nuova versione.

È disponibile per il download Mozilla Thunderbird 5.0 in italiano (note di versione in inglese).

Grazie a più di 390 modifiche e miglioramenti rispetto alle versioni 3.x, Thunderbird 5 è ora più rapido, facile da usare e performante.

Basato sul motore Gecko 5, Thunderbird vi propone ora:

* il nuovo gestore dei componenti aggiuntivi, che ora identico a quello proposto in Firefox
* una procedura guidata di configurazione email rivista e più semplice
* la possibilità di organizzare le tab come meglio credete, tramite un semplice drag’n'drop
* una serie di miglioramenti che rendono il client perfettamente compatibile con Windows Vista e 7
* il supporto per Mac OS X anche a 64 bit (con l’uscita di questa release termina il supporto a Po
werPC)

Ricordiamo a coloro che ancora stiano usando la versione 1.5 che tale versione non è più supportata da Mozilla, presto lo sarà anche il ramo 2.0.x; consigliamo perciò di effettuare l’aggiornamento alla versione 5 (dopo aver verificato i requisiti di sistema). Il nostro forum è a disposizione per qualsiasi richiesta di supporto, potranno invece rimanere sul ramo 3 coloro che utilizzano piattaforme oggi non più compatibili con l’ultima release di Thunderbird.

Altre caratteristiche:

Altre caratteristiche del programma sono:
  • un filtro bayesiano anti spam;
  • la possibilità di creare filtri per "smistare" automaticamente la posta su diverse cartelle;
  • raggruppamento dei messaggi secondo data, mittente, priorità o altre caratteristiche;
  • capacità di importazione messaggi da altri programmi (tra cui anche Eudora e Microsoft Outlook);
  • posta in arrivo singola per account multipli;
  • la ricerca veloce;
  • gestione account POP e IMAP;
  • supporto di rubriche basate su LDAP:
  • possibilità di visualizzazione a schede (a partire dalla versione 3.0);


Nel menu Strumenti seleziona Componenti aggiuntivi per scoprire tutti i componenti aggiuntivi disponibili per Thunderbird.






    •     È possibile riordinare le schede e trascinarle in nuove finestre.

    •     La dimensione degli allegati viene visualizzata direttamente accanto ai file.

    •     È possibile utilizzare i plugin nella visualizzazione dei feed RSS.

    • Oltre 390 correzioni alla piattaforma per migliorare velocità, prestazioni e stabilità.

        Per ulteriori informazioni consulta le note di versione.

    Ricerca personalizzata





    Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

    Ultimi articoli pubblicati

    RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono)

    Antipixels & Counters

    SIMBA wirepress tua notizia Segnala Feed Andrix Segnala Feed iFeed WebShake – tecnologia Blogstreet - dove il blog è di casaVero Geek iwinuxfeed.altervista.org Add to Technorati Favorites ElencoSiti Aggregatore Il Bloggatore visitor stats Programming Blogs - Blog Catalog Blog Directory Feedelissimo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Notizie Informatiche