novembre 27, 2018

Rilasciata una nuova versione di MozillaThunderbird, tutte le modifiche descritte in dettaglio.

| 1 Comment

Fino a poco tempo fa il celeberrimo client email Thunderbird sembrava ormai aver imboccato il viale del tramonto con la fondazione Mozilla non più disposta a seguirne lo sviluppo a causa degli elevati costi di gestione.

A Natale 2017 erano arrivate le rassicurazioni di Mozilla che decise di far evolvere Thunderbird come prodotto a sé stante su un binario separato rispetto a Firefox ma che alla fine preferì mantenere il progetto sotto la sua ala: Thunderbird: client email tutt'altro che abbandonato. 

 Il client di posta elettronica sviluppato da Mozilla torna così a crescere con questo nuovo aggiornamento e si presenta oggi in veste definitiva nella nuova release 60, scaricabile dal dominio thunderbird.net.
 Il client di posta elettronica sviluppato da Mozilla torna così a crescere con questo nuovo aggiornamento.

I vantaggi di Thunderbird.

Oltre alla possibilità di aggiungere e gestire simultaneamente più account, uno dei fiori all'occhiello è l'ottima gestione degli account IMAP. Come abbiamo più volte sottolineato, è addirittura possibile usare Thunderbird per trasferire direttamente messaggi di posta da un account IMAP all'altro, ad esempio ai fini di backup oppure per recuperare spazio lato server: vedere Backup email intelligente per non perdere nessun messaggio di posta.

Fino a ieri la piattaforma Outlook.com poteva essere tranquillamente usata per il backup gratuito dei propri archivi di posta servendosi del protocollo IMAP.



Oggi Microsoft ha imposto il limite di 15 GB per gli account gratuiti che comunque, nella stragrande maggioranza dei casi, sono già più che sufficienti.

Calendario integrato.

L'altra ottima caratteristica di Thunderbird è il supporto del calendario integrato.

L'altra ottima caratteristica di Thunderbird è il supporto del calendario integrato: il client di posta di Mozilla mostra per default, nella colonna di destra, un calendario che può essere liberamente personalizzato per non perdere d'occhio appuntamenti e impegni.

Inoltre, Thunderbird può gestire calendari di terze parti via ICS (iCalendar), CalDAV, WCAP e Google Calendar.
Rilasciata una nuova versione di MozillaThunderbird, tutte le modifiche descritte in dettaglio.Twitta
Per accedere al contenuto del calendario Google, sincronizzarne il contenuto e applicare modifiche direttamente da Thunderbird, è necessario installare il componente aggiuntivo Provider for Google Calendar che abbiamo presentato nell'articolo Google Calendar, come sincronizzare il calendario con Outlook e Thunderbird (vedere anche Calendario Google, come usarlo al meglio).

Novità in Thunderbird 60.

In questo articolo sono riportate le principali novità visibili agli utenti in Thunderbird versione 60.0. Tutte le modifiche sono descritte in dettaglio alla pagina delle note di rilascio (in inglese).

Alcuni componenti aggiuntivi potrebbero non funzionare.

Thunderbird 60 non caricherà automaticamente alcun componente aggiuntivo che non sia stato esplicitamente contrassegnato dall'autore come compatibile con questa versione

A causa delle sostanziali modifiche avvenute in Thunderbird, la versione 60 non caricherà automaticamente alcun componente aggiuntivo che non sia stato esplicitamente contrassegnato dall'autore come compatibile con questa versione. A oggi, oltre 130 componenti aggiuntivi sono stati resi compatibili dai loro autori e molti ne vengono aggiunti settimanalmente.

Se ci si imbatte in un componente aggiuntivo non compatibile, è opportuno contattare l'autore via email o tramite il sito di supporto (i riferimenti si trovano sul sito dei componenti aggiuntivi per Thunderbird).

La decisione di disattivare la compatibilità automatica non è stata presa con leggerezza, ma si è ritenuto preferibile limitare la possibilità che un componente non funzionante potesse rendere inutilizzabile Thunderbird. Per supportare gli autori, sono state anche avviati significativi progetti e miglioramenti al codice al fine di ridurre l'impatto delle modifiche ereditate da Firefox.

Nuova posizione delle opzioni dei componenti aggiuntivi nel menu.

Le opzioni dei componenti aggiuntivi non sono più accessibili dalla scheda di gestione dei componenti aggiuntivi ma sono invece state spostate nel menu Opzioni componente aggiuntivo presente nel menu Strumenti.
Nuova posizione delle opzioni dei componenti aggiuntivi nel menu.

Se si utilizza il menu dell'applicazione sulla Barra degli strumenti, spostandosi sulla voce Componenti aggiuntivi o facendo clic su si accederà all'elenco dei componenti per i quali è possibile configurare le opzioni.
Configurazione delle opzioni.

Modifiche alle impostazioni della data e dell'ora.

È stata introdotta una opzione per specificare se il formato della data e dell'ora deve uniformarsi alla lingua del sistema operativo o alla lingua in cui è localizzato Thunderbird.
Leggi anche: Come completare e ottimizzare Ubuntu 17.10 “Artful Aadvark”: Client di Posta Elettronica.
In altre parole, è possibile adesso utilizzare il formato della data e dell'ora in lingua italiana su una versione di Thunderbird in inglese.
Modifiche alla finestra di composizione.

Possibilità di rimuovere un destinatario del messaggio.

Spostando il mouse su un campo di indirizzo (Rispondi a:, A:, CC:, CCN:, Newsgroup:) viene visualizzato un pulsante X per consentire la cancellazione di quel destinatario.
Demonstration of the delete button

Molti miglioramenti nella gestione degli allegati .

L'ordine degli allegati può essere adesso modificato tramite finestra di dialogo, scorciatoia da tastiera o trascinamento. Il pulsante "Allega" è stato spostato a destra per trovarsi al di sopra del riquadro degli allegati.

La scorciatoia da tastiera del riquadro degli allegati (Alt+M, può variare a seconda della localizzazione, Ctrl+M su Mac) adesso funziona anche per mostrare o nascondere il riquadro; il riquadro può essere mostrato anche subito in fase di composizione; se si nasconde il riquadro degli allegati quando sono presenti uno o più allegati verrà mostrato un segnaposto rappresentato da una graffetta in modo da indicare la presenza di allegati ed evitare che essi vengano spediti involontariamente.
In Thunderbird 60 l'ordine degli allegati può essere adesso modificato tramite finestra di dialogo

Durante l'inserimento dell'indirizzo email, la corrispondenza.

Per rendere più evidente il motivo per cui un dato indirizzo email viene incluso nell'elenco di completamento automatico degli indirizzi, la porzione dell'indirizzo con la quale viene individuata la corrispondenza viene adesso mostrata in grassetto.



Se si imposta la preferenza mail.autoComplete.commentColumn a 1 sarà possibile visualizzare la rubrica in cui è memorizzato l'indirizzo.

Rubrica.

È adesso possibile configurare quale rubrica predefinita selezionare all'apertura delle rubriche. Per configurare quale sia la predefinita, fare clic col tasto destro del mouse su una rubrica in elenco e dal menu visualizzato selezionare la voce Directory di avvio predefinita.
In Thunberdir 60 adesso possibile configurare quale rubrica predefinita selezionare all'apertura delle rubriche

Temi statici.

I temi statici che usano la tecnologia WebExtensions API technology sono adesso supportati.

Sono temi affini ai temi "leggeri". I temi leggeri e quelli completi sono ancora supportati. I componenti aggiuntivi basati sulle estensioni delle API WebExtensions del browser e sulle API specifiche per la posta verranno introdotti in un successivo rilascio intermedio di Thunderbird 60.

Calendario.

Introdotta un'opzione per visualizzare il luogo di un evento.

Gli eventi del calendario adesso possono riportare un luogo insieme al nome dell'evento.
Introdotta un'opzione per visualizzare il luogo di un evento accessibile tramite la scheda Calendario Viste
L'opzione è accessibile tramite la scheda Calendario Viste.

Copiare, tagliare e incollare eventi e attività ricorrenti.

Come avveniva prima per la cancellazione e la modifica, adesso viene chiesto se applicare le operazioni di copia e taglia solo all'evento selezionato oppure all'intera serie di un evento o attività ricorrente.
Copiare, tagliare e incollare eventi e attività ricorrenti.

Se sono presenti più di un calendario locale o sottoscrizioni di calendario, il calendario di destinazione per le operazioni di copia può essere selezionato dall'elenco di tutti quelli modificabili.
Copiare, tagliare e incollare eventi e attività ricorrenti.

Introdotta possibilità di inviare/non inviare notifiche di riunione.

Quando si modifica una riunione, fatta eccezione per le operazioni di trascinamento, non c'è più una finestra pop-up in cui viene chiesto se inviare una notifica delle modifiche agli altri partecipanti.
Leggi anche: Come installare Lightning in Thunderbird.
Invece, questa opzione è controllata direttamente dalle rispettive finestre di dialogo o dai menu contestuali. Insieme a questa modifica, è stato rimosso il supporto per la creazione di email di invito compatibili con Outlook 2002.

Inviti via email per gli utenti di calendari di tipo CalDAV.

Alcuni server CalDAV sono configurati per inviare automaticamente gli inviti agli altri utenti configurati sullo stesso server quando si pianifica una riunione.

Ciò impedirebbe l'invio da Thunderbird ad altri partecipanti. Per quei calendari, adesso è possibile forzare l'utilizzo degli inviti via email indipendentemente dalla configurazione del server.

Per i calendari in sola lettura è possibile eliminare i promemoria.

Se viene visualizzato un promemoria per un evento o attività salvato su un calendario in sola lettura, adesso può essere eliminato. Diversamente dai calendari modificabili, non è invece possibile rinviare un promemoria per quel tipo di eventi.
Anche per i calendari in sola lettura è possibile eliminare i promemoria.

Insieme a questa modifica, è stata limitata la visualizzazione dei promemoria scaduti ai calendari modificabili.
Visualizzazione dei promemoria scaduti.

Caratteristica sperimentale Maildir.

Conversione di cartella da formato mbox a maildir e viceversa.

Nell'ambito del progetto a lungo termine di implementare l'utilizzo del formato maildir per il salvataggio dei messaggi in Thunderbird, in questo rilascio sono stati inclusi strumenti per la conversione delle cartelle esistenti da e in formato maildir.



Ulteriori informazioni su questo formato si trovano nell'articolo Maildir in Thunderbird. Chiunque utilizzi questo formato tenga presente che è ancora in fase sperimentale e l'utilizzo in ambienti di produzione può rivelare la presenza di bug ancora sconosciuti e causare la perdita di dati.

Fine del supporto per Windows XP e Vista.

Coerentemente con la cessazione del supporto per Windows XP e Vista in Firefox 60, Thunderbird non supporterà più questi due sistemi operativi obsoleti. Thunderbird 52 è l'ultima versione rilasciata col supporto a questi sistemi operativi.

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook o semplicemente premi "+1" per suggerire questo risultato nelle ricerche in Google, Linkedin, Instagram o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

stampa la pagina
, ,

1 commento:

  1. Utilizzo Thunderbird regolarmente dal novembre 2004 (più o meno). Pur avendogliene combinate di cotte e di crude (esperimenti con estensioni, account creati, account cancellati, test con IMAP, eccetera) non ho mai avuto grossi problemi di rallentamento, neppure migrando i profili su Linux. E ho il profilo zeppo di estensioni. Ottimo client di posta elettronica.

    RispondiElimina

Non inserire link cliccabili altrimenti il commento verrà eliminato. Metti la spunta a Inviami notifiche per essere avvertito via email di nuovi commenti.

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Pinterest

Post Più Popolari