post h1 rTorrent , client a riga di comando per scaricare file e programmi utilizzando la rete BitTorrent ~ Ubuntulandiapost h1

aprile 05, 2011

rTorrent , client a riga di comando per scaricare file e programmi utilizzando la rete BitTorrent

| No comment
Client a riga di comando per scaricare file e programmi utilizzando la rete BitTorrent.

Anche se dotato "solo" di interfaccia a riga di comando Rtorrent è comunque semplice da utilizzare anche per i meno esperti.

Rtorrent è un client testuale per il filesharing torrent.

E' poco esigente e può essere usato con ottimi risultati in macchine datate o poco performanti e soprattutto in sistemi in cui non è presente X.




Installazione

Nella homepage del progetto sono presenti i link a numerose versioni già pacchettizzate per le più diffuse distribuzioni linux.

Ma per alcune distribuzioni è comunque possibile una procedura tramite il gestore di pacchetti relativo.

In Debian e derivate rtorrent si trova nei repository e lo si può installare con il comando

# apt-get install rtorrent


Configurazione

Prima di avviare l'applicazione è bene creare nella propria home, usando l'editor di testo preferito, il file .rtorrent.rc di configurazione che definirà le impostazioni di default

$ vim ~/.rtorrent.rc

Un modello di questo file è il seguente

# Numero di nodi a cui connettersi per ogni torrent in download
min_peers = 40
max_peers = 1000

# Numero di nodi a cui connettersi per ogni torrent completato
# (-1 = stesso valore impostato per i torrent in download)
min_peers_seed = 10
max_peers_seed = 50

# Numero massimo di upload simultanei
max_uploads = 10

# Soglie di download e upload massimo. 0 per nessun limite
download_rate = 0
upload_rate = 16

Downloads

# Directory per il salvataggio dei file scaricati
directory = /media/torrent/

# Sessione di default.
# session = ./session

# Tiene sotto controllo alcune cartelle per avviare nuovi torrent presenti
# e bloccare quelli che da quella cartella sono stati eliminati
schedule = watch_directory,5,5,load_start=/home/torrent/Torrent_Watch/*.torrent
#schedule = untied_directory,5,5,stop_untied=

# Ferma i torrent se non c'è abbastanza spazio
#schedule = low_diskspace,5,60,close_low_diskspace=100M

# Ferma il download al raggiungimento di determinate soglie quali
# ad esempio la quantità di Byte trasmessi e il rapporto di upload
# esempio: stop con rapporto 2.0 e 200 MB di upload
#schedule = ratio,60,60,stop_on_ratio=200,200M,2000

# ip indicato al traker
#ip = 127.0.0.1
#ip = rakshasa.no

# ip della macchina su cui è attivo rtorrent
#bind = 127.0.0.1
#bind = rakshasa.no

# Intervallo di porte per la comunicazione
port_range = 6890-6999

# Possibilità di usare porte random all'interno dell'intervallo specificato
port_random = yes








# Verifica l'hash per i torrent scaricati
#check_hash = no

# Permetti l'uso di traker udp
use_udp_trackers = yes


Ora si può avviare l'applicazione scrivendo nel terminale il comando

$ rtorrent

Comandi

L'interfaccia testuale di rtorrent è piuttosto spartana e va governata tramite scorciatoie da tastiera. Eccone un breve elenco, la lista integrale è presente nella man page dell'applicazione:

a/s/d: aumenta l'upload massimo di 1/5/50 KB
z/x/c: diminuisce l'upload massimo di 1/5/50 KB
A/S/D: aumenta il download massimo di 1/5/50 KB
Z/X/C: diminuisce il download massimo di 1/5/50 KB

freccia su/giù: seleziona/deseleziona il file di download oppure le voci di informazione
freccia destra/sinistra: entra/esce nei menu di informazione reletivi al file selezionato

1-7: scorre le tab del programma; nell'ordine main, name, started, stopped, complete, incomplete, hashing

ctrl+s: avvia un download
ctrl+d: ferma un download oppure rimuovi un download già bloccato
ctrl+r: hash di un torrent
invio: specifica il percorso di un seed da aggiungere alla coda di download
l: tab del log. Barraspazio per uscirne
ctrl+q: Esci
Gestione via ssh con GNU Screen

Se si volesse gestire rtorrent via ssh è necessaria l'installazione del pacchetto GNU Screen per evitare che alla chiusura della sessione tutte le applicazioni lanciate al suo interno siano terminate.
Con screen sarà possibile aprire una sessione di terminale specifica per rtorrent e metterla in background evitando la chiusura del programma al termine della sessione ssh.

In Debian e derivate screen si trova nei repository

# apt-get install screen

Per avviare rtorrent in una sessione screen si dia il comando

$ screen rtorrent

Per sganciare la sessione e tornare al prompt senza chiudere il programma si usi la combinazione ctrl+a e poi d: la sessione andrà in background e si ritornerà alla normale sessione ssh che può essere terminata con exit senza influire sul funzionamento di quanto è attivo in screen. Se si volesse recuperare quella sessione, che nel nostro caso contiene rtorrent, si riacceda alla macchina via ssh e si recuperi con

$ screen -r
Download:

Stable Release

Unstable Release



Screenshots.





Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
 
,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari