Debian, Ubuntu, Linux, Gnu, software libero Ubuntu, Quantal Quetzal, Raring Ringtail, Linux, Ubuntulandia, Giochi tag foto 3 Mandelbulber, grafica, multimedia, Linux, Ubuntulandia Conky, Ubuntu, Linux, Ubuntulandia, Quantal Quetzal, Raring Ringtail Python, Ubuntu, Linux, programmazione Ubuntu 13.04, Raring Ringtail, Canonical, Linux Android, Linux, Ubuntu Internet Explorer, Firefox, Chrome, Safari, internet browsers, Ubuntulandia Linux Mint, distribuzioni, Ubuntulandia

lunedì 21 luglio 2014

Guida a LibreOffice Writer: stampe in serie, diciture e biglietti da visita.

LibreOffice Writer consente di progettare e creare documenti di testo che possono contenere immagini, tabelle o grafici. È quindi possibile salvare i documenti in diversi formati, incluso il formato standard OpenDocument (ODF), il formato .doc di Microsoft Word, o il formato HTML. Inoltre, è possibile esportare il documento nel formato PDF (Portable Document Format).

LibreOffice è un software di produttività personale libero prodotto da The Document Foundation nato dal fork di OpenOffice.org. Gode di una buona compatibilità con le altre maggiori suite del settore ed è disponibile per Windows, Mac OS X e GNU/Linux. Per i sistemi Linux è disponibile anche la versione a 64 bit. In futuro sarà sviluppata anche una versione mobile per dispositivi con sistemi operativi iOS e Android, proprio per quest'ultimo è stato creato un applicativo per la gestione dello scorrimento delle diapositive di Impress chiamato Impress Remote.
Lo scopo è quello di produrre una suite per ufficio indipendente, che supporti il formato ODF.
Il nome è un ibrido fra la parola spagnola e francese Libre, che significa libero, e quella inglese Office (ufficio). LibreOffice è un software libero e come tale è liberamente scaricabile, modificabile e ridistribuibile dagli utenti, sempre secondo i termini stabiliti dalla licenza GNU LGPL.
La prima versione stabile rilasciata è stata la 3.3.0 del 25 gennaio 2011; tra gennaio 2011 e ottobre 2011 LibreOffice è stato scaricato circa 7,5 milioni di volte e altri 10 milioni di utenti hanno installato il programma via penne USB o CD masterizzati, realizzati da un milione di questi download.
È la suite per ufficio di default in molte distribuzioni Linux come Fedora, Debian, Linux Mint, OpenSUSE,Trisquel e, ovviamente, Ubuntu.

Wikipedia

libreoffice4ubuntu-small_002

Guida a LibreOffice Writer: correzione ortografica, dizionari, sillabazione.

LibreOffice Writer consente di progettare e creare documenti di testo che possono contenere immagini, tabelle o grafici. È quindi possibile salvare i documenti in diversi formati, incluso il formato standard OpenDocument (ODF), il formato .doc di Microsoft Word, o il formato HTML. Inoltre, è possibile esportare il documento nel formato PDF (Portable Document Format).

LibreOffice è un software di produttività personale libero prodotto da The Document Foundation nato dal fork di OpenOffice.org. Gode di una buona compatibilità con le altre maggiori suite del settore ed è disponibile per Windows, Mac OS X e GNU/Linux. Per i sistemi Linux è disponibile anche la versione a 64 bit. In futuro sarà sviluppata anche una versione mobile per dispositivi con sistemi operativi iOS e Android, proprio per quest'ultimo è stato creato un applicativo per la gestione dello scorrimento delle diapositive di Impress chiamato Impress Remote.
Lo scopo è quello di produrre una suite per ufficio indipendente, che supporti il formato ODF.
Il nome è un ibrido fra la parola spagnola e francese Libre, che significa libero, e quella inglese Office (ufficio). LibreOffice è un software libero e come tale è liberamente scaricabile, modificabile e ridistribuibile dagli utenti, sempre secondo i termini stabiliti dalla licenza GNU LGPL.
La prima versione stabile rilasciata è stata la 3.3.0 del 25 gennaio 2011; tra gennaio 2011 e ottobre 2011 LibreOffice è stato scaricato circa 7,5 milioni di volte e altri 10 milioni di utenti hanno installato il programma via penne USB o CD masterizzati, realizzati da un milione di questi download.
È la suite per ufficio di default in molte distribuzioni Linux come Fedora, Debian, Linux Mint, OpenSUSE,Trisquel e, ovviamente, Ubuntu.

Wikipedia

libreoffice_ubuntu

domenica 20 luglio 2014

Firebug, l'estensione preferita degli sviluppatori web, rilascia la versione 2.0.2

Firebug è un'estensione di Mozilla Firefox che permette il debug, la modifica e il monitoraggio di tutti gli aspetti di una pagina web, come i fogli di stile, il codice HTML, la struttura DOM e il codice JavaScript.

Compatibile con Firefox 30-32.

Corretti 8 bugs.

Firebug fornisce anche altri strumenti per lo sviluppo web come una console JavaScript e una funzione chiamata "Net" che permette di monitorare il tempo di caricamento in millisecondi di immagini e script. Oltre che per il debug, Firebug è uno strumento indispensabile per testare la sicurezza e la performance dei siti web.

A quanto si dice in giro, Firebug è l'estensione preferita degli sviluppatori web. Chiunque si trovi quotidianamente a scrivere o modificare pagine web, sarà agevolato dall'uso di questa componente aggiuntiva per Firefox.

Perché Firebug permette di editare un documento HTML e controllare il risultato direttamente e immediatamente all'interno del browser. Perfetto per un'analisi rapida e sicura del web design di un sito.

Inoltre Firebug è estremamente usabile. Evidenzia tutti i cambiamenti fatti e, nella modalità analisi, permette di trovare facilmente il codice sorgente della parte della pagina web selezionata con il mouse.

firebug

sabato 12 luglio 2014

VoCore nuovo PC per Linux di dimensioni ultra ridotte.

Il successo che stanno avendo i mini PC  di solito si basa sull’intrattenimento multimediale.

Non è il caso di VoCore, attualmente in cerca di fondi presso IndieGoGo, –fino ad oggi  104.201 dollari- ed è specificatamente progettato per essere utilizzato nelle situazioni più disparate.

In un’epoca dominata, fortunatamente, dalla miniaturizzazione dei PC e dei loro componenti fondamentali, senza per questo dover far ricorso ad una architettura tipica di smartphone e tablet, si presentano alcune varianti di mini-PC in grado di sorprendere per portabilità e capacità di sostenere elaborazioni grafiche e multimediali ad alti livelli.

VoCore, in questo senso, può essere soprannominato comodamente un PC in grado di effettuare meraviglie: si tratta di un progetto nato ed attualmente in corsa sulla piattaforma IndieGoGo, risorsa per il crowdfunding simile alla celebre Kickstarter.

Le dimensioni complessive di VoCore sono sbalorditivamente contenute: 25×25 millimetri, ed è equipaggiato con un processore Ralink/Mediatek RT5350 in grado di raggiungere frequenze clock pari a 360 MhZ, un buon risultato, se consideriamo le effettive dimensioni del mini-PC.

La memoria flash interna deve ancora dimostrare il meglio di sé, tuttavia 8 MB di partenza sono sufficienti per testare alcune delle capacità di VoCore.

martedì 8 luglio 2014

Guida alla scoperta di Dolphin, file manager focalizzato sulla usabilità, predefinito dell'attuale versione di KDE: gestione degli archivi.

Sono molte le novità che KDE4 ha portato, tra queste la scelta di Dolphin come file manager predefinito in luogo di Konqueror.
Beninteso, quest’ultimo può comunque essere ancora utilizzato come file manager, però credo sia meglio Dolphin perché nato proprio e solo per questo, per navigare tra le cartelle ed i file dei nostri dischi.
Dolphin è il file manager di default in KDE e dispone di un interfaccia di facile utilizzo, schede, anteprime, tre modalità di visualizzazione (icone, dettagli, colonne), suddivisione verticale della finestra, i file e cartelle ordinamento, i menu di servizio, i tag, due modalità di posizione bar.

Oltre alle più comuni caratteristiche, vista ad icone, elenchi, dettagli, ve ne sono altre tutte ben descritte grazie all’ausilio di immagini, tra le quali, ad esempio, la possibilità di digitare manualmente nella barra di navigazione il percorso della cartella che ci interessa, attivare la visualizzazione di uno o più pannelli che permettono di avere un’ampia panoramica di tutte le risorse del pc, con la possibilità inoltre di avere a disposizione pure la konsole.

dolphin wallpaper

Guida alla scoperta di Dolphin, file manager focalizzato sulla usabilità, predefinito dell'attuale versione di KDE: i segnalibri.

Dolphin è un file manager focalizzato sulla usabilità.

Potete sfogliare, collocare, aprire, copiare e muovere file con esso.

E' il file manager predefinito dell'attuale versione di KDE (KDE 4) e può essere installato su KDE 3.

Dolphin non è inteso per competere direttamente con Konqueror, il browser web di default di KDE.

Konqueror è in grado di visualizzare pagine HTML, documenti di testo, directories e molto altro, mentre Dolphin è inteso solamente come un file manager molto ottimizzato.

Questo permette di ottimizzare l'interfaccia utente per le applicazioni di gestione dei file.

Navigazione del filesystem.

dolphin segnalibri

Guida alla scoperta di Dolphin, file manager focalizzato sulla usabilità, predefinito dell'attuale versione di KDE: visita guidata.

La prima sezione ti accompagna in una visita guidata di Dolphin. La seconda sezione riguarda i concetti relativi a diversi tipi di segnalibri. La terza sezione illustra la gestione degli archivi. Infine diamo un'occhiata ad 'altre cose interessanti'. Puoi fare clic sulle immagini per vederle ingrandite.

Dialog-information.png

Informazione

Quando vengono menzionati i percorsi, ricorda che possono fare riferimento a ~/.kde o ~/.kde4 a seconda della tua distro.

Informazioni generali.

Dolphin o Konqueror?

dolphin

Ultimi articoli pubblicati

RSVP (Raccomandati Se Vi Piacciono)

Antipixels & Counters

SIMBA wirepress tua notizia Segnala Feed Andrix Segnala Feed iFeed WebShake – tecnologia Blogstreet - dove il blog è di casaVero Geek iwinuxfeed.altervista.org Add to Technorati Favorites ElencoSiti Aggregatore Il Bloggatore visitor stats Programming Blogs - Blog Catalog Blog Directory Feedelissimo Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog Notizie Informatiche