post h1 Rippare e comprimere DVD con Linux: Transcode e Dvd::Rip. ~ Ubuntulandiapost h1

gennaio 15, 2011

Rippare e comprimere DVD con Linux: Transcode e Dvd::Rip.

| No comment
L'usabilità di un sistema operativo si misura soprattutto sulla capacità di adattarsi alle esigenze degli utenti.

È necessario però che le interfacce siano accessibili a tutti. Uno dei vantaggi maggiori di GNU/Linux risiede nella possibilità che spesso viene data di utilizzare un programma da riga di comando, oppure ricorrere a GUI che rendano accessibile il programma a tutti (pagando spesso in flessibilità e potenza).

Ad esempio GNU/Linux già da qualche anno è in grado di manipolare diversi file multimediali utilizzando Transcode.


Questo strumento, molto potente e decisamente particolare nel suo genere è in grado di cambiare codifica a un formato video trasformando ad esempio un DVD in un DivX o XviD.

Purtroppo però transcode è un programma per console, poco pratico per un'utenza poco tecnica e comunque poco intuitivo.

Per risolvere questo problema Jorn Reder ha creato dvd::rip, una semplice ma potente GUI in grado di aiutare gli utenti di transcode che volessero convertire dei DVD in file DivX, per consentirne ad esempio la visione anche su computer non dotati di lettore DVD oppure per fare una copia di backup. Ma non solo: dvd::rip tramite una serie di altri tool, gratuiti e liberi, offre una soluzione completa per propri utenti, andando al di là della semplice GUI di un solo programma.


Con dvd::rip sarà possibile creare file video utilizzando come fonte un file su hard disk, un DVD o un'immagine di DVD. Oltre a supportare tutti i formati gestibili tramite transcode (come ad esempio DivX5, XviD, DivX4, MPEG1) e ovviamente i più utilizzati formati audio come MP3, OGG, WAV e AC3, è in grado di creare file avi e ogm con più tracce audio, ma anche SVCD. L'encoding può esser fatto anche a più passaggi, per ottimizzare dimensione e qualità dei file video.


Sempre riguardo al rapporto qualità/dimesione è possibile calcolare il bitrate ottimale a partire dallo spazio che si desidera occupare e dividere eventualmente in maniera automatica in più file il filmato. Il pieno supporto al DVD comprende anche quello ai sottotitoli e diverse angolature. Inoltre chi volesse portare su CD il file appena creato potrà farlo facilmente con il frontend appositamente offerto per la masterizzazione. Una delle caratteristiche migliori di dvd::rip è quella che consente di fare clipping e zooming per selezionare al meglio la risoluzione che si vuole ottenere.


Ma una delle cose che rendono dvd::rip un programma unico è la possibilità di parallelizzare il lavoro di encoding su più processori offrendo gli strumenti per creare un vero e proprio cluster, molto utile se si dispone di più computer visto l'elevato carico computazionale delle operazioni di encoding che normalmente possono durare diverse ore.


dvd::rip (conosciuto anche col nome di dvdrip o Video-DVDRip) è semplicemente una GUI scritta in Perl usando le librerie GTK che sfrutta le caratteristiche di transcode per offrire uno strumento facile da usare per la copia dei propri DVD (ricordo a questo proposito che la copia di DVD non a scopo di semplice backup è illegale). Non gestisce quindi le altre opzioni di transcode che vanno al di là di questo scopo.

Per installare dvd::rip potete scaricarlo all'indirizzo http://www.exit1.org/dvdrip/ facendo molta attenzione però alle dipendenze, molto numerose, come è facile aspettarsi da una GUI del genere, che utilizza quanto più programmi per un unico scopo.





Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


, , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari