post h1 Arora web browser open source multipiattaforma creato con Qt basato su WebKit. ~ Ubuntulandiapost h1

ottobre 01, 2009

Arora web browser open source multipiattaforma creato con Qt basato su WebKit.

| No comment
Arora è un web browser open source multipiattaforma creato con Qt basato su WebKit.

Ha un'interfaccia minimalista e leggera che offre la visualizzazione a tab, la gestione della cronologia, un sistema di gestione dei segnalibri.

Può essere utilizzato su tutti i sistemi operativi supportati dal toolkit Qt, come Linux.

Il codice originale è stato scritto per Trolltech da Benjamin C Meyer ("icefox"), uno sviluppatore di Qt, come il Qt browser di prova per mostrare le capacità dell'integrazione tra Qt (versione 4.4.0) e WebKit.

Dopo il rilascio Meyer ha continuato a lavorare sul codice creando un fork e dandogli il nome Arora.

Download:



Oltre alle caratteristiche principali come l'essenzialità del layout e la navigazione a schede, Arora si caratterizza anche per la navigazione in modalità privata, gestore delle sessioni, download manager, supporto con i Netscape plugins e traduzione in 30 lingue.

WebKit è un framework per applicazioni disponibile come aggiornamento per Mac OS X a partire dalla versione 10.2.7 e integrato in Mac OS X 10.3 e successivi. WebKit è il motore di Safari e di altre applicazioni come Google Chrome. Esso permette a sviluppatori terzi di includere con facilità nelle loro applicazioni molte delle funzioni proprie di Safari. WebKit è un progetto open source che nasce dalla combinazione di componenti del sistema grafico KDE e di tecnologie Apple.

L'API in Objective C di WebKit può interagire con un server web, richiamare e visualizzare le pagine web, scaricare i file e gestire i plugin.

WebKit include due framework di basso livello: WebCore, un parser HTML e un renderer basato su KHTML, e JavaScriptCore, un motore JavaScript basato su KJS.


Applicazioni che usano WebKit .
  • Adium, un'applicazione di chat, che usa WebKit per visualizzare i messaggi.
  • Arora, un browser open-source.
  • BBEdit, un editor di testo e di pagine HTML, che usa WebKit per visualizzare l'anteprima delle pagine web.
  • Colloquy, un client chat che supporta IRC e SILC, che usa WebKit per visualizzare il traffico delle chat.
  • Dolfin, il browser proprietario di Samsung usato per la prima volta sul Samsung S8000 Jet.
  • Epiphany, un browser web per linux.
  • Chrome, il browser open source sviluppato da Google
  • Growl, un sistema di notificazione globale, che usa WebKit per delle sue viste.
  • Iris browser, un browser per dispositivi Windows Mobile 5 e 6.
  • Midori, un browser open-source.
  • NetNewsWire, un lettore RSS che usa WebKit per visualizzare i feed RSS e per navigare sul web.
  • NewsFire, un gestore di feed RSS, che usa WebKit per la sua interfaccia.
  • Qt, un framework per la costruzione di applicazione che integra WebKit per il rendering dei pagine web.
  • Rekonq, un browser open-source per KDE.
  • Safari, il browser sviluppato da Apple per Mac OS X.
  • Shiira, un browser open-source e multilingua (il principale sviluppatore è giapponese).
  • Steam, la piattaforma di Valve usa WebKit nel suo browser interno dal cambiamento dell'interfaccia del 2010.
  • SubEthaEdit, un editor di testo collaborativo, che usa WebKit per generare l'anteprima delle pagine web.
  • TextWrangler, un editor di testo e HTML, versione ridotta (e freeware) di BBEdit.
  • WebKitGtk è un ambizioso progetto per il porting di WebKit su piattaforma GTK+.
  • Cellulari Nokia da Symbian S60v3 in su
  • Xcode, l'IDE di Apple, che usa WebKit per visualizzare la documentazione.

WordLinx - Low Cost Traffic






Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari