post h1 Remastersys, come creare un Live CD/DVD personalizzato di Ubuntu e derivate. ~ Ubuntulandiapost h1

agosto 19, 2010

Remastersys, come creare un Live CD/DVD personalizzato di Ubuntu e derivate.

| No comment
Capita molte volte di voler realizzare una propria distro personalizzata.

I motivi possono essere svariati; un programma che utilizziamo non è incluso nella dotazione standard, alcuni driver non sono presenti al momento dell’installazione e via discorrendo.

Questa necessità può nascere anche dall’esigenza di poter avere una Live cd/dvd che, inserita in un qualsiasi pc, risponda in tempi brevi alle nostre esigenze operative.

Vediamo come realizzare il tutto in maniera molto semplice e veloce.

Remastersys è un software libero / open source per distribuzioni Linux, che permette di:

* Creare un Live CD/DVD personalizzato di Ubuntu e derivate;
* Fare un backup di tutto il sistema, includendo i dati personali, su un CD/DVD Live installabile.

È stato creato per effettuare semplicemente un backup o creare una copia distribuibile di Ubuntu o derivate.

L'ispirazione per questo strumento è nata da mklivecd, uno script per Mandriva Linux, e remasterme, uno script presente in PcLinuxOS. Dal momento che questi script non sono facilmente portabili su Ubuntu, Remastersys è stato scritto da zero.

Si tratta di un modo semplice e utile per creare un CD/DVD Live personalizzato di Ubuntu. Per procedere alla creazione di tale CD/DVD, bisogna installare e configurare il Sistema Operativo con programmi e aggiornamenti ed in seguito l'utente deve solo:

1. Scaricare e installare l'ultima versione di remastersys dal sito ufficiale
2. Aprire il software (un collegamento viene posizionato sulla scrivania) e scegliere l'opzione distribuzione o backup, dopodiché l'immagine ISO del disco sarà automaticamente creata.

La ISO potrà essere anche installata su una pendrive USB, creando una Live USB.


Esiste una versione a linea di comando e una versione con interfaccia grafica. Al momento funziona con Ubuntu, Linux Mint e Klikit-Linux, e probabilmente altre distribuzioni basate su Ubuntu.

Apriamo il nostro terminale e digitiamo:

sudo su (verrà richiesta la password)

per avere completi privilegi e permessi come amministratore di sistema. Continuiamo lanciando:

echo “deb http://www.linuxmint.com/repository romeo/” >>/etc/apt/sources.list

Così facendo abbiamo aggiunto i repository da dove poter installare Remastersys, non presente negli archivi predefiniti di Ubuntu. Terminiamo questo passaggio scrivendo nel terminale:

apt-get update

Per concludere la fase di preparazione installiamo il software che ci interessa, quindi da terminale:

apt-get install remastersys

una volta terminato scriviamo:

exit

per tornare al nostro normale profilo utente.

Passiamo adesso all’utilizzo vero e proprio. Da terminale, con il nostro normale profilo utente, lanciamo:

sudo remastersys

Verranno così elencate le varie possibilità esistenti per la creazione del nostro progetto.

  • sudo remastersys backup – per creare un Live cd/dvd backup del nostro sistema
  • sudo remastersys backup (nome).iso – per creare un Live cd/dvd backup con nome (nome).iso
  • sudo remastersys clean – per pulire la cartella dei file temporanei di remastersys
  • sudo remastersys dist – per creare una Livecd/dvd installabile del nostro sistema
  • sudo remastersys dist cdfs – per creare livecd/dvd installabile del solo filesystem

Scegliamo in questo caso di creare una nostra copia Live cd/dvd installabile del nostro sistema, quindi scriviamo nel nostro terminale:

sudo remastersys dist

Nota: durante la fase di creazione verrà richiesto l’inserimento del cd/dvd d’installazione di Ubuntu/Mint.

Una volta terminato il processo avremo la nostra immagine .iso già pronta per la masterizzazione nella directory /home/remastersys.

Naturalmente è sempre consigliabile una prova con Qemu o un’altra macchina virtuale prima di una masterizzazione, in modo da evitare, in caso di errori, lo spreco inutile di un disco vuoto.

Per terminare, una volta creato il nostro disco, rimuoviamo i file temporanei creati dal programma:

sudo remastersys clean







Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari