post h1 Linux Caine distribuzione Linux per informatica forense. ~ Ubuntulandiapost h1

settembre 15, 2010

Linux Caine distribuzione Linux per informatica forense.

| No comment
Caine – questo il nome del progetto – è rilasciato sotto forma di distribuzione Linux, contenente tool per l’informatica forense, potrete così divetare dei provetti investigatori digitali, ed attraverso un po di pratica ricreare situazioni reali.
La colonna portante di questa distro è certamente il tool Caine, il quale al suo interno raggruppa quattro principali aree:
  • Information Gathering;
  • Acquisizione;
  • Analisi;
  • Creazione del report.
Grazie ad una interfaccia studiata nei minimi dettagli, l’utente è guidato in tutte le operazioni possbili con conseguente, e a mio parere di grande utilià, generazione di un report(in molteplici formati).


Rilevante per gli utenti italiani la presenza della lingua.

Aggiornamenti:

CAINE Nanni Bassetti has announced the release of CAINE 2.0, an Ubuntu-based live distribution featuring a collection of forensic tools in a user-friendly environment: "CAINE 2.0 'NewLight' is out. CAINE (Computer Aided INvestigative Environment) is a live distribution created as a project of digital forensics. It offers a complete forensic environment that is organized to integrate existing software tools as software modules and to provide a friendly graphical interface. CAINE includes scripts activated within the Nautilus file browser designed to make examination of allocated files simple. Currently, the scripts can render many databases, internet histories, Windows registries, deleted files, and extract EXIF data to text files for easy examination. The Quick View tool automates this process by determining the file type and rendering with the appropriate tool."

Visit the project's home page to read the release announcement and to learn more about the distribution.


Ultime versioni pubblicate:

• 2010-09-14: Distribution Release: CAINE 2.0
• 2009-11-01: Distribution Release: CAINE 1.0

L’informatica forense è una pratica che sta acquisendo sempre più importanza in ambito giuridico, nonostante manchi ancora una regolamentazione per l’acquisizione delle prove.

All’inizio i programmi non erano prettamente indicati all’analisi scientifica, per cui è nata la necessità di sviluppare software ad hoc per consentire all’analista forense di svolgere il suo lavoro in tempi brevi e riducendo la possibilità di errore.


Le prime suite erano pensate per l’utilizzo su sistemi Windows poichè questo le rendeva più facili da utilizzare grazie ad una pratica interfaccia grafica e ad un wizard per l’esecuzione guidata delle varie procedure.

Ma come per tutti i software, le comunità di utilizzatori di Linux hanno cominciato a sviluppare un’alternativa open source che sfruttasse le potenzialità di questo sistema operativo.

Screenshots.






Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari