post h1 Aumix applicativo per la gestione delle funzionalità di miscelazione e di equalizzazione della scheda audio. ~ Ubuntulandiapost h1

settembre 11, 2010

Aumix applicativo per la gestione delle funzionalità di miscelazione e di equalizzazione della scheda audio.

| No comment
Aumix è un applicativo per la gestione delle funzionalità di miscelazione e di equalizzazione della scheda audio.

Può essere usato in modo interattivo, e in questo caso il programma richiede lo schermo di un terminale a caratteri, oppure diretAumix con una vecchia scheda a 8 bit.

Alcune distribuzioni GNU/Linux utilizzano Aumix per memorizzare e ripristinare le regolazioni della scheda audio. In pratica, nella procedura di inizializzazione del sistema si fa in modo di salvare in un file, presumibilmente /etc/.aumix, i valori utilizzati per ultimi durante la fase di arresto, mentre dallo stesso file vengono riletti durante la fase di avvio.

I canali stereofonici hanno anche la possibilità di essere bilanciati, come si vede intuitivamente dalle figura. Per selezionare un canale si possono utilizzare i tasti [freccia su] e [freccia giù]; per passare alla regolazione del bilanciamento si può utilizzare il tasto di tabulazione, [Tab], e così anche per tornare indietro all'elenco dei canali. Infine i tasti [freccia sinistra] e [freccia destra] permettono di regolare il volume del canale o di cambiare il bilanciamento, a seconda di dove si trova il cursore. È interessante notare che anche il mouse funziona, se gestito attraverso il demone gpm.

A fianco di alcuni livelli di volume appare la lettera «P», oppure la lettera «R». La prima sta per play, mentre la seconda sta per record. In pratica, i canali contrassegnati con la lettera «P» rappresentano un segnale in ingresso nel mixer audio, diretti semplicemente all'amplificatore finale (le uscite normali della scheda audio). Invece, i canali contrassegnati con la lettera «R», oltre che essere diretti all'amplificatore finale, sono utilizzati per la campionatura del segnale (di solito uno soltanto), ed è ciò che si riesce a leggere dal dispositivo /dev/audio.

Generalmente è solo il canale del microfono ad avere la sigla «R», e questo per ovvie ragioni. Tuttavia, è possibile modificare il comportamento di alcuni canali utilizzando la [barra spaziatrice], oppure il mouse (basta fare un clic sulla lettera per scambiarne il valore).

Tastiera Descrizione
pagina su, freccia su Passa al canale precedente.
pagina giù, freccia giù Passa al canale successivo.
Tab, Invio, >, < Scambia tra la regolazione del livello e del bilanciamento.
+, freccia destra Sposta il cursore a destra.
-, freccia sinistra Sposta il cursore a sinistra.
| Centra il bilanciamento.
Spazio Scambia la modalità di registrazione e di esecuzione.
S, s Salva le impostazioni nel file di configurazione.
L, l Carica le impostazioni dal file di configurazione.
K, k Mostra un guida sull'uso della tastiera.
M, m Azzera o ripristina il volume generale.
Esc, Q, q Termina il funzionamento.
tamente attraverso le opzioni della riga di comando. In particolare, nella modalità interattiva mostra solo i canali audio che possono essere controllati effettivamente.


Avvio di Aumix.

aumix [] [] 

L'eseguibile aumix è tutto ciò che compone l'applicativo omonimo. In modo particolare, le opzioni possono servire per regolare il volume di un certo canale (purché questo abbia una corrispondenza con la scheda audio disponibile effettivamente), oppure per conoscere il livello attuale o ancora per scambiare le modalità «R» (record) e «P» (play).


Alcune opzioni di canale

-v |q[uery] 

Definisce o richiede di conoscere il valore del volume generale, espresso in forma percentuale rispetto al massimo.

-s |q[uery] 

Definisce o richiede di conoscere il valore del volume del sintetizzatore, espresso in forma percentuale rispetto al massimo.

-w |q[uery] 

Definisce o richiede di conoscere il valore del volume di una riproduzione digitale (PCM), espresso in forma percentuale rispetto al massimo. Si tratta del volume dell'esecuzione di un brano contenuto in un file.

-l |q[uery]|R|P 

Definisce o richiede di conoscere il valore del volume della linea di ingresso esterna, espresso in forma percentuale rispetto al massimo. Se si utilizza la lettere R o la lettera P, si intende passare alla modalità di registrazione o a quella di esecuzione.

-m |q[uery]|R|P 

Definisce o richiede di conoscere il valore del volume del microfono, espresso in forma percentuale rispetto al massimo. Se si utilizza la lettere R o la lettera P, si intende passare alla modalità di registrazione o a quella di esecuzione.

-c |q[uery]|R|P 

Definisce o richiede di conoscere il valore del volume del canale relativo al lettore CD, espresso in forma percentuale rispetto al massimo. Se si utilizza la lettere R o la lettera P, si intende passare alla modalità di registrazione o a quella di esecuzione.

Altre opzioni generali

-L 

Carica le impostazioni dal file di configurazione ~/.aumixrc, e in sua mancanza dal file /etc/aumixrc.

-q 

Interroga lo stato di tutti i canali esistenti e mostra il risultato attraverso lo standard output.

-S 

Salva le impostazioni nel file ~/.aumixrc.

Esempi

$ aumix -v 70

Regola il volume generale al 70%.

$ aumix -m 0 -l R

Regola il volume del canale microfonico a zero e indica la linea di ingresso come canale in registrazione


Configurazione.

La configurazione di Aumix consiste semplicemente dei file ~/.aumixrc. Il file di configurazione personale viene creato utilizzando l'eseguibile aumix con l'opzione -S, oppure quando il programma funziona in modalità interattiva, attraverso la pressione del tasto [s]. Il file di configurazione non viene caricato automaticamente: lo si può richiedere attraverso l'opzione -L, oppure attraverso il tasto [l].

Quando viene caricata la configurazione, se il file ~/.aumixrc manca, Aumix fa riferimento a /etc/aumixrc, che potrebbe essere ottenuto semplicemente copiando una configurazione personale che si ritiene adatta a livello generale, in mancanza d'altro.


Aggiornamenti:

Ultima versione stabile rilasciata: 2.9.1 (06/05/2010)

Features:

changes in this version

  • icon is now compatible with KDE panel (Bruce Sass)
  • cursor is no longer blue on exit from full-screen mode (Michael Lee Yohe)
  • loading a color scheme from a file works again
  • a crash caused by wrong parsing of options is fixed (Kees Cook)
  • build system and internationalization updated to use latest autotools and gettext idioms (code credit: Owen Taylor, Alexandre Oliva, Gordon Matzigkeit, Bruno Haible, Ulrich Drepper, and the Free Software Foundation)
  • fixed a bug that could leave the terminal unusable on exit from full-screen mode (Aleksey Cheusov)
  • non-ASCII shortcut keys, such as in the Swedish translation, now work (Mikael Hedin)
  • support for obsolete GTK+ 1.2 has been removed
  • documentation mentions new mailing lists instead of defunct one
  • in full-screen mode, record/play indicators are only redrawn when their state changes (Romain Francoise)
  • when an error occurs in GTK+ mode, an error message is now printed and aumix will not try to close a window that has not yet been opened (Bas Zoetekouw)
  • a bug where mute script saved the wrong settings is fixed (Owen Leonard/Cory Wiltshire)
  • in full-screen mode, the cursor is placed next to the active control, to ease reading on a Braille terminal (Sébastien Hinderer)
  • bootstrap script added
  • in the aumix.1 man page, -i, -o, -r and -W options are now properly documented, and hyphens are changed to minus signs (Romain Francoise, Tibor Csögör and Stefan Ott)
  • a syntax error was fixed in the xaumix.1 man page (Stefan Ott)
  • in full-screen mode, the balance arrow is now erased once a balance control is no longer active (Romain Francoise)
  • new shortcut key "0" sets maximum level or extreme right balance (Romain Francoise)
  • error messages are now more informative (Stefan Ott)
  • in full-screen mode, the active device is shown more prominently
  • the shortcut key for muting was changed, and now works in the German language (Bernhard Reiter)
  • a crash when the HOME environment variable is set but empty has been fixed (Eduard Bloch)
  • the DISPLAY environment variable is now ignored if it is set, but empty (Bas Zoetekouw)
Screenshots.


Italian


Chinese ncurses

Chinese usage

Chinese keys

ncurses

GTK+

Japanese

Japanese with menu

Russian

Ukrainian keys

Ukrainian usage

Greek

English for comparison


fonte: Aumix



Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, , , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari