aprile 19, 2018

Canonical raccoglierà renderà pubblici i dati sulle installazioni di Ubuntu, ma col permesso degli utenti.

| 2 Comments

Canonical ha scelto il Giorno di San Valentino scorso, il giorno internazionale del romanticismo e dei key-ring a cuore troppo costosi, per dire alla comunità di Ubuntu dei suoi piani di includere uno strumento di raccolta dei dati nell'installer di Ubuntu 18.04.

Questa funzione consente di compilare una serie di informazioni salienti sull'hardware di sistema e quindi di inviarlo a Canonical.
Canonical raccoglierà dati sulle installazioni di Ubuntu.

Canonical raccoglierà dati sulle installazioni di Ubuntu.


Ma prima che qualcuno impazzisca,  devo essere sincero: sembra una buona cosa. Aiuta a migliorare Ubuntu ... facendo nulla

Il responsabile del team desktop di Canonical Will Cooke spiega di più sull'iniziativa in una e - mail alla mailing list di sviluppo di Ubuntu, dove scrive:

Dal momento che pochi (se ce ne sono) utenti sceglierebbero di opt-in per condividere questo tipo di dati, Canonical sta rendendo completamente la partecipazione allo schema.
Leggi anche: Ubuntu 18.04 LTS Bionic Beaver verrà fornito con Xorg come server di visualizzazione predefinito.
Ciò significa che, a meno che tu non scelga diversamente, Ubuntu 18.04 compilerà automaticamente i dati relativi al tuo sistema e li rimanderà al quartier generale di Canonical per "aiutare a migliorare Ubuntu".

"Chiunque non voglia condividere i dati con Ubuntu può rapidamente opt-out prima di installare"
Non è una richiesta particolarmente irragionevole.

Potresti, come me, essere sorpreso che Ubuntu non raccolga già questo tipo di dati!

Inoltre, se confrontato con i tentacoli invasivi su altri sistemi operativi, Ubuntu richiede alcuni dettagli del sistema di suono che si registrano a malapena come un lieve solletico nel dipartimento sulla privacy.

Il rovescio della medaglia è che alcune persone si sentiranno a disagio in questo sviluppo.



Chiunque non desideri condividere questi dati può deselezionare la casella, opt-out e continuare l'installazione.
Neofetch in esecuzione nel terminale GNOME su Ubuntu.

Quali dati saranno raccolti da Ubuntu?


I dati di Ubuntu dicono che vuole raccogliere sul tuo sistema suoni piuttosto innocui.
Canonical raccoglierà renderà pubblici i dati sulle installazioni di Ubuntu, ma col permesso degli utenti.Twitta
Comprenderà:

  • Quale versione di Ubuntu stai installando.
  • Se hai la connettività di rete.
  • Statistiche hardware, tra cui CPU, RAM, GPU, ecc.
  • Il fornitore del dispositivo (ad esempio, Dell, Lenovo, ecc.).
  • Il tuo paese.
  • Quanto tempo ci vuole per completare l'installazione.
  • Se hai accesso automatico abilitato.
  • Il tuo layout del disco.
  • Se hai scelto di installare codec di terze parti.
  • Se si è scelto di scaricare gli aggiornamenti durante l'installazione.
  • Canonical afferma che nessun indirizzo IP viene memorizzato o come parte del processo e che tutti i dati vengono inviati utilizzando connessioni protette e crittografate.
  • Se si utilizza qualcosa come lo strumento di informazioni sul sistema Neofetch nelle schermate del desktop, probabilmente si condividono già molti di questi dati con il mondo.
  • Oltre a raccogliere alcuni dati di installazione, Canonical afferma anche di voler consentire ad altri due servizi di raccogliere altri dati mentre si utilizza il sistema:Ubuntu Popcon per tracciare la relativa popolarità di app, pacchetti e così via e Apportare - per inviare automaticamente rapporti di arresto anomalo anonimi.
  • Oltre all'opzione di opt-out della raccolta dei dati durante l'installazione, le opzioni verranno aggiunte anche al pannello Privacy nell'app Impostazioni, in modo da poter disabilitare / disattivare in qualsiasi momento.
  • Ubuntu renderà pubblici i risultati dei dati, che tutti potranno vedere
Sai cosa è più interessante di questo?



Canonical dice che renderà pubblici i risultati dei dati raccolti.
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed-512x5126

2 commenti:

  1. Spero vivamente che la privacy venga rispettata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Finora Canonical non ha avuto dei problemi con la privacy. Speriamo che continui così per il bene di tutta la comunità "linuxiana".

      Elimina

Ultimi post pubblicati

Ubuntulandia in Google+

Archivio

Ubuntulandia in Pinterest

Post Più Popolari