post h1 Ubuntu Studio, distribuzione Linux basata su Ubuntu, rivolta alla produzione multimediale amatoriale e professionale. ~ Ubuntulandiapost h1

maggio 02, 2010

Ubuntu Studio, distribuzione Linux basata su Ubuntu, rivolta alla produzione multimediale amatoriale e professionale.

| 2 Comments
Ubuntu Studio è una distribuzione Linux basata su Ubuntu, riconosciuta e supportata da Canonical Ltd rivolta alla produzione multimediale amatoriale e professionale.

Invece di essere distribuita su Live CD, come di solito accade per tutte le distribuzioni derivate da Ubuntu, a causa del suo ricco pacchetto di programmi è scaricabile solo in versione Install DVD, di conseguenza non può essere provata prima dell'installazione. Anche la GUI presenta delle particolarità: infatti al posto del consueto tema Human utilizza un tema esclusivo.


Ubuntu Studio è stata pensata per mettere da subito a disposizione degli utenti i migliori software per la produzione multimediale, dall'ottimo Blender per l'elaborazione di grafica tridimensionale, Kino e Stopmotion per la postproduzione cinematografica, e altri programmi di elaborazione audio come Ardour.

Ubuntu Studio usa un kernel real-time per ridurre la latenza delle applicazioni, durante l'installazione permette di scegliere se installare tutti i pacchetti oppure solo alcuni in base alle effettive necessità dell'utente. I software sono suddivisi in: Audio, Video e Grafica. Inoltre è dotata di un menu personalizzato audio-visivo con comodi sottomenu organizzati per tipo, molto utile per gestire in maniera ordinata i numerosi programmi messi a disposizione.

È possibile aggiornare online il sistema operativo da ununa distribuzione standard Ubuntu a Ubuntu Studio installando i relativi pacchetti.

Ubuntu Studio divide le applicazioni in tre grandi classi: Audio, Grafica e Video.

Programmi di grafica.

Aprendo la sezione Grafica al menu di ubuntu, si rimarrà sorpresi dal numero di programmi e dalla loro qualità individuale. The Gimp, è un potente programma di grafica 2D dotato di molte funzioni, che poco ha da invidiare a colossi commerciali come Photoshop o Corel Paint Shop Pro. Una volta abituatisi all’interfaccia, le possibilità che offrono sono praticamente illimitate.

Se ciò non bastasse, è possibile affiancare ad esso alcuni programmi minori, come Agave, in grado di creare tonalità di colore personalizzate in pochi semplici passi, o Hugin Panorama Creator, per la creazione di immagini panoramiche di qualità. Altri programmi molto utili presenti, comprendono FontForge (per la creazione di caratteri di testo) e Xsane (per acquisire rapidamente immagini dallo schermo del computer).

Grafica 3D e vettoriale.

Ubuntu Studio possiede anche alcuni programmi di grafica vettoriale e 3D, he faranno gioia per gli appassionati del genere e i professionisti del settore. Blender 3D è probabilmente il programma Open Source più famoso al mondo nella modellazione 3D. la quantità di opzioni che possiede è incredibile, così come le possibilità che offre.

Con Blender 3D è possibile non solo creare e animare modelli 3D, applicare materiali e texture, ma grazie all’integrazione con il potente linguaggio di programmazione Python, anche creare dei veri e propri videogiochi. In passato molti videogiochi, anche per console come PS2, sono stati creati utilizzando Blender 3D, ed il programma sta acquisendo sempre più risalto tra i grafici 3D professionisti. In rete si trovano facilmente decine di tutorial che insegnano sia le basi della grafica 3D con Blender, sia a svolgere operazioni più complesse.

Un altro eccellente programma incluso nella distribuzione è InkScape, un programma di grafica vettoriale. In modo analogo a quanto realizzabile con Adobe Illustrol, o Adobe Flash, vi permette di creare disegni di grafica vettoriale da importare in seguito come filmati flash. InkScape è molto semplice da usare.

Programmi musicali.

Ubuntu Studio da probabilmente il meglio di se nel comparto audio. La quantità dei programmi utilizzabili è stupefacente. Ognuno dei programmi compresi nella distribuzione è indispensabile per il compito per cui è progettato. Il comparto audio è suddiviso in programmi per l’estrazione delle tracce e ascolto dei file audio, e per la produzione o il missaggio audio. Soung Juicer è un eccellente estrattore di CD.

Tramite questo programma puoi estrarre tracce audio dai CD Audio in commercio e convertirli nei formati di compressione più utilizzati, come MP3 o OGG. Dopo l’estrazione, il programma ti permette di riascoltare i file estratti. Per ascoltare una traccia audio però consiglio l’uso di un altro programma, Audacious, compreso nella distribuzione.

Questo piccolo riproduttore audio/video ha tutto ciò che serve: una buona interfaccia grafica, gestione della playlist, equalizzatore, spettrogramma e il supporto per molti formati audio. Freqtweak è un altro programma molto utile, perché permette all’utente di modificare le frequenze dei file riprodotti, oltre ad applicare in tempo reale altri effetti, mentre Hexter è un ottimo riproduttore di suoni MIDI.

Produzione di file musicali.

La maggior parte dei programmi presente nella distribuzione sono dedicati alla produzione di musica. Nella sezione Produzione Audio si trovano infatti Sequencer MIDI, Audio e programmi per applicare effetti speciali, tagliare o modificare i file audio. Nella prima categoria, quella dei Sequencer, rientra sicuramente Muse, un sequencer audio open Source che nulla ha da invidiare a prodotti professionali disponibili per altre piattaforme. Supporta MIDI e audio tradizionale, ed è anche compatibile con la maggior parte delle schede audio in commercio.

Beast è un programma simile, ma permette la creazione di moduli musicali, che possiedono maggiore qualità rispetto ai file MIDI. Audacity è probabilmente il programma audio open Source più famoso in rete. trattasi di un eccellente wave editor che permette di applicare con estrema facilità effetti musicali a qualsiasi file audio.

La natura Open Source del programma lo ha reso espandibile, ed è infatti compatibile con molti plug-in aggiuntivi, oltre a supportare un gran numero di estensioni professionali. Può esportare in numerosi formati audio, e dispone di un’interfaccia chiara e semplice da utilizzare.

Freebirth, Creox c e Hydrogen sono dei sintetizzatori rispettivamente di basso, chitarra e batteria e possono essere utilizzati congiuntamente ad Audacity per creare file musicali. Non mancano infine numerosi programmi per la creazione di scrath e loop da discoteca, tastiere midi su schermo, e registratori di suoni in grado di gestire più formati contemporaneamente.

Programmi di authoring video.


Il comparto video di Ubuntu Studi è altrettanto ricco di programmi interessanti e utili per lo sviluppatore. la distribuzione include molti programmi per l’authoring video e la riproduzione di filmati. Riproduttore di filmati svolge infatti proprio il compito di riprodurre i video, ed è in grado di leggere i formati più diffusi in rete.

I programmi di authoring video si trovano nella sottocartella Produzione Video. Kino è un eccellente programma per il montaggio di filmati, in grado di acquisire i sorgenti da diverse fonti e applicare effetti speciale ad essi. E’ un programma gratuito di grande spessore, adattissimo per colore che vogliono montare il filmato delle proprie vacanze senza dover spendere un occhio della testa in programmi commerciali.

Il programma possiede tutte le funzioni di un programma, di montaggio commerciale, inclusa la cattura di video DV, deinterlacciamento ella fonte, taglio, autosplit, e aggiunta di filmati. Pitivi video editor è un altro editor di video molto buono. Completamente basato sulle librerie GStreamer, è in grado di acquisire video in formato DV o importare fil video, missare diverse tracce video, applicare effetti video ed esportare il tutto in formato video compresso. Può anche applicare effetti audio alla traccia audio del fimato, ed è espandibile attraverso plug-in scritti in Python.

L’editing dei video, così come Kino, è completamente non lineare. Completa la suite di programmi video di Ubuntu Studio l’ottimo StopMotion.

Il programma, per certi versi rivoluzionario, monta dei video particolari. permette infatti la creazione di video stop-motion, ottenuto cioè unendo fotografie scattare in istanti successivi. Il programma è fenomenale nelle creazioni di animazioni video, utili per creare effetti speciali o animazioni per il web. Ma come gli altri programmi, è anche in grado di aggiungere suoni e applicare effetti di base al filmato.

Altri programmi.

Ubuntu Studio possiede anche molti altri programmi di utilità, che si integrano con quelli esposti precedentemente e che levano ulteriormente la distribuzione. Molti di questi programmi svolgono una sola funzione, come per esempio la gestione degli echi nella tracce audio o convertitori utilizzabili dal terminale. Inoltre, non va dimenticato che tutti i programmi della distribuzione possono essere utilizzati insieme.

Si può, per esempio, creare un brano musicale utilizzando sequencer audio e migliorarlo con audacity, e utilizzare il brano ottenuto come colonna sonora di sottofondo per un proprio filmato, creato a sua volta con Pitivi. Le possibilità che Ubuntu Studio ci offre sono virtualmente infinite, e come ogni altra distribuzione di ubuntu, integra programmi da ufficio come OpenOffice, e per le gestione del sistema operativo, si aggiorno automaticamente quando connesso a internet, come Ubuntu.


Screenshots.
GDM Login
GDM Login
Desktop
Desktop
Icons
Icons
Theme
Theme
Ardour 2
Ardour 2
Image Editing
Image Editing




Ricerca personalizzata


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:


, , , ,

2 commenti:

  1. Uso da circa 2 anni ubuntu e uso dall'ultimo anno e mezzo sempre la 10.04 LTS ..modificandola con temi, docky, docklet etc...
    Dovrei formattare e volevo provare una nuova distro.. sempre basata su ubuntu ... ero indeciso, fra studio e ultimate edition visto che uso sempre temi scuri...
    cosa mi consigli??

    RispondiElimina
  2. Tra le distro basate su Ubuntu magari la più performante è Linux Mint, molto vicina a Ubuntu nella classifica di Distrowatch (http://ubuntulandia.blogspot.com/2011/06/linux-mint-vicinissima-ubuntu-nella.html) segnale che piace. Una buona guida (in inglese) la trovi in questa pagina:
    http://linuxlandit.blogspot.com/2011/04/linux-mint-is-elegant-easy-to-use-up-to.html
    Poi come leggerezza hai Xubuntu ma con prestazioni inferiori al resto.
    Se ti piacciono gli sfondi scuri guarda questi 10 temi da utilizzare con Gnbome 2 o Gnome 3:
    http://reubuntu.blogspot.com/2011/08/nuovi-e-bellissimi-temi-compatibili-con.html

    RispondiElimina

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari