post h1 Guida a KXStudio ampia collezione di software dedicato all'audio/video per GNU/Linux: KXStudio ed il software libero. ~ Ubuntulandiapost h1

gennaio 16, 2014

Guida a KXStudio ampia collezione di software dedicato all'audio/video per GNU/Linux: KXStudio ed il software libero.

| No comment

Così come la sua base Ubuntu e tutto il mondo GNU / Linux, KXStudio ha le sue radici nel movimento del Software Libero guidato da Richard Stallman e dal suo progetto GNU. Tutti gli strumenti personalizzati di KXStudio sono FLOSS, così come la stragrande maggioranza degi altri software inclusi.

Come scopo primario di KXStudio è quello di rendere l'installazione di una workstation audio / video basato su GNU/Linux il più semplice possibile, ed alcune aggiunte di software non-free mirano proprio a quell'obiettivo.

Non-free software proveniente da Ubuntu.

KXStudio è basata su Ubuntu che consente di selezionare l'installazione di software non libero . Il software non-free Ubuntu è presente nella repository separati contrassegnate con “non-free”, “restricted”, or “multiverse”.

kxstudio3

Visitate la pagina http://help.ubuntu.com/community/Repositories se volete altre informazioni. Inoltre, il kernel Linux standard comprende alcuni "binary blobs ", cioè sezioni di cui non sono disponibili i sorgenti, e che quindi ostacolano la libertà di modificare. Il principale software non-free incluso in KXStudio, da Ubuntu, è Flash Player. Purtroppo ancora molti siti web dipendono da Adobe Flash, in quanto Flash Player offre per ora la migliore esperienza utent . Per fortuna gli standard FLOSS WebM e HTML5 stanno diventando sempre più popolari, e c'è inoltre un sostituto di Flash, chiamato GNASH che è un software FLOSS. Speriamo comunque che in futuro ci sia sempre meno bisogno di Flash Player ed altro software non-free.

Ubuntu include inoltre anche alcuni codec non-free per l'accesso ai formati di file proprietari . Alcuni produttori di hardware, in particolare di schede wireless e acceleratori grafici, non dispongono ancora di driver FLOSS, ma creano per Linux driver proprietari quindi non-free. Molte alternative FLOSS spesso funzionano abbastanza bene, ed in questi casi KXStudio non include i driver proprietari. Tuttavia, poiché i driver proprietari spesso forniscono prestazioni superiori, KXStudio rende disponibile un semplice programma per installarli . Vedere la pagina separata su come installare i driver video non-free.

Non-free software specifico di KXStudio.

Mentre tutti i PPA di KXStudio sono strettamente FLOSS, KXStudio ne comprende alcuni extra non-free, conservati in un repository separato. I pacchetti sono elencati in Muon Package Manager selezionando come origine "KXStudio (Extra)". Nelle software sources, il repository è http://kxstudio.sourceforge.net/repo/ precise free non-free.

kxstudio4

Il repository non-free di KXStudio include quanto segue :

  • Supporto LightScribe, è una tecnologia proprietaria che utilizza CD e DVD appositamente realizzati per consentire agli utenti di masterizzare etichette direct- to-disc.
  • LinuxDSP è uno sviluppatore di plugins audio proprietari e nativi per Linux di qualità . La maggior parte dei plugin inclusi sono versioni demo limitate, proprietarie e non gratuite. Lo sviluppatore però sostiene altri progetti FLOSS, ed è attivo nella comunità audio GNU / Linux.
  • Loomer è un altro autore di cross-platform plugin audio proprietarie. Hanno fatto il porting di molti dei loro prodotti su GNU/Linux. Aspect è tra i più potenti softsynths nativi per Linux disponibili. Tutti i plugin Loomer sono in versione demo fino a quando si acquista una licenza.
  • Pianoteq è uno pianoforte con caratteristiche avanzate ed una eccezionale qualità del suono. Il software incluso funziona in modalità demo finché non viene acquistata una licenza.
  • Reaper è un programma per Windows, che ha il supporto ufficiale per l'esecuzione in WINE. Una versione completamente nativa per Linux è in lavorazione, anche se probabilmente rimarrà non-free. REAPER può essere utilizzata in versione una demo che è completamente funzionante, e che ricorda semplicemente agli utenti di acquistare una licenza piuttosto conveniente dopo un periodo di prova . Molte persone provenienti da Mac o Windows possono avere familiarità con REAPER e possono continuare ad usarlo con KXStudio.
  • Renoise è un programma di produzione musicale in stile "tracker", ed è nativo per Linux. Ha una community di utenti dedicata ed offre molte caratteristiche interesanti. La demo è funzionante con l'eccezione del rendering di canzoni e strumenti.
  • SunVox è un altro "tracker" nativo per Linux. E' noto per essere disponibile per una vasta gamma di piattaforme tra cui Windows, Linux, Mac OS X, Windows Mobile, PalmOS, Maemo, MeeGo, iOS e Android. Sebbene SunVox sia proprietario, la versione desktop utilizzata in KXStudio non ha alcuna limitazione.
  • Supporto per i plugin VST - Il formato VST è di per sè proprietario, ma i plugin specifici possono essere sia FLOSS che proprietari. I plugins VST possono essere sia basato su Windows (utilizzabili con il software Wine) o native per Linux. Diversi programmi FLOSS supportano plugin VST. Tutto i plugins VST, sia FLOSS che proprietari, sono presenti nel repository non-free. È anche possibile scaricare VST per Windows da altre fonti in internet, ed utilizzarli all'interno KXStudio, anche se questi non sono ufficialmente supportati.

kxstudio_tal-vsts

Cosa posso fare se non voglio il software non-free?

Uno specifico software non-free può essere disinstallato manualmente, come descritto nelle istruzioni per la gestione dei pacchetti. A parte questo metodo, un altro modo per identificare rapidamente una buona parte di software non-free è quello di installare il programma vrms, il Virtual Richard M. Stallman . L'esecuzione di vrms genererà un elenco di situazioni "non-free" sul vostro sistema, anche se riuscirà a rilevarle tutte. Per rimuovere il software non-free dagli elenchi dei pacchetti, scegli “Configure Software Sources”, sotto “Settings”, in Muon Package Manager. Lì sarà possibile deselezionare i driver proprietari e multiverse (copyright o legalmente ambigui).

Se si desidera utilizzare esclusivamente il 100 % software libero , tra cui anche un kernel rigorosamente FLOSS, considerate Trisquel, che si basa su Ubuntu ed è certificato dalla Free Software Foundation . È quindi possibile aggiungere successivamente i principali PPA free di KXStudio, seguendo le stesse istruzioni per altri sistemi basati su Ubuntu. Anche se questo sistema dovrebbe funzionare, non è ufficialmente supportato in questo momento.

C'è anche un piano a lungo termine che prevede la migrazione dei repository di KXStudio a Debian, che è più strettamente legato a FLOSS di Ubuntu (anche se non ancora approvato dalla FSF perché fornisce un meccanismo per gli utenti di installare software non-free) .

kxstudio_tal-vsts

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, , , , , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari