post h1 Guida a KXStudio ampia collezione di software dedicato all'audio/video per GNU/Linux: Configurazione di JACK. ~ Ubuntulandiapost h1

gennaio 22, 2014

Guida a KXStudio ampia collezione di software dedicato all'audio/video per GNU/Linux: Configurazione di JACK.

| No comment

JACK driver.

Dalla colonna di sinistra si seleziona il driver JACK che si desidera configurare ed utilizzare la prossima volta che si avvia JACK con Cadence. Coloro che utilizzano dispositivi FireWire dovrebbero usare il driver FireWire, ma altrimenti si dovrebbe selezionare ALSA.

Le prime tre opzioni all'interno della configurazione del driver ALSA di Cadence sono i più importanti in quanto questi consentono di selezionare quali dispositivi fisici utilizzare per l'input/output dell'audio.

Se 'Duplex Mode' è attivato, allora sarà possibile assegnare diversi dispositivi ALSA per gestire Input e Output singolarmente. Questo potrebbe essere utile , per esempio, se avete bisogno di un ingresso microfonico , ma vorreste avere la vostra uscita audio tramite un dispositivo audio USB che non dispone di un ingresso microfonico.

La maggior parte delle opzioni di configurazione di Jack, quelle più importanti, sono riportati nella scheda "Driver" della finestra "JACK Settings" di Cadence da cui è possibile accedere tramite Configure, sotto la finestra principale di Cadence: Cadence-jack-settingsJACK Properties.

Sample Rate, Buffer Size e Periods/Buffer determinano la latenza di JACK. I loro valori predefiniti sono rispettivamente 48000 , 1024 e 2, e dovrebbero funzionare con la maggior parte dei dispositivi, ma una latenza superiore a 10ms non è di solito considerata sufficiente per essere considerata "realtime". Chiunque sia interessato alla registrazione multitraccia deve sperimentare con queste impostazioni per ottenere la latenza più bassa possibile, con l'assenza di XRUN, arrivando al punto permesso dall'hardware.

È possibile ottenere anche 1ms di latenza con buon hardware ed una la configurazione corretta .

Sample Rate: a causa del modo di latenza viene calcolata , si consiglia di utilizzare 48000 o 96000 Hz per avere una latenza più bassa.

Buffer: un buffer più è piccolo più dà minore latenza. La dimensione minima che la maggior parte dei dispositivi è in grado di gestire è 64 . Hardware di qualità inferiore non scende a valori inferiori di 512.

Periods/buffer: maggiore è la dimensione periodo, maggiore è la latenza, ma con meno possibilità di xruns. Sperimentare con l'utilizzo di 2 o 3 periodi/buffer.

Extra Latency: per raggiungere il massimo livello di precisione nel multitrack è necessario fornire i valori di latenza aggiuntivi (nel frame) che possono essere ottenuti con jack_iodelay . Questo processo è trattato nel capitolo Latency latenza .

Controllo degli errori con Cadence (logs).

Se Jack non si avvia si può scoprire che cosa causa il problema controllando i logs Cadence. È possibile accedervi lanciando da sotto la scheda "Tools" della finestra principale Cadence, oppure è possibile eseguire cadence-log da un terminale .

CadenceToolsJACK e FireWire.

kmix e alsamixer non supportano FFADO. Per regolare i faders, attivare l'alimentazione phantom e modificare altre opzioni per i dispositivi FireWire ed utilizzano ffado-mixer dopo aver avviato JACK. Se avete problemi nell'avviare il driver, ffado-diag digitato in un terminale può dirti più di log di errore JACK di quelli di Cadence .

Configurazione rtirq.

Questo è un passaggio facoltativo che può contribuire a ridurre la latenza. rtirq è uno script che rileva i dispositivi audio ed assegna le priorità al kernel in base a un elenco specificato nel file di configurazione. La configurazione rtirq predefinita di KXStudio assomiglia :

RTIRQ_NAME_LIST = "firewire snd usb i8042"

Qui vediamo dispositivi FireWire che hanno la priorità rispetto ALSA ed altri dispositivi USB, perché "firewire" viene menzionato prima .

Se si esegue principalmente JACK su un dispositivo USB, si potrebbe desiderare di fare di "USB" la prima voce dell'elenco modificando quella riga nel file di configurazione rtirq, ad esempio a dare un comando da terminale come:

kdesudo kate /etc/default/rtirq

KXStudio_3

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, , , , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari