post h1 Metodi alternativi all'installazione di Ubuntu: Alternate consigliata per sistemi con meno di 320 MiB di memoria RAM. ~ Ubuntulandiapost h1

ottobre 29, 2014

Metodi alternativi all'installazione di Ubuntu: Alternate consigliata per sistemi con meno di 320 MiB di memoria RAM.

| No comment
Nel caso in cui non si è in possesso di un CD-ROM o si è privi di un lettore CD è possibile installare Ubuntu attraverso dispositivi esterni o altri metodi alternativi.
Alternate: guida generale per l'installazione di Ubuntu dal CD alternate consigliata per sistemi con meno di 320 MiB di memoria RAM
Questa guida descrive la procedura di installazione della versione alternate di Ubuntu, che rispetto alla versione desktop presenta un programma di installazione testuale. La procedura è riferita alla versione 12.04 di Ubuntu.
A partire dalla versione 12.10, solo Lubuntu dispone di una versione alternate.
Le funzionalità che in precedenza erano disponibili solo nell'installer testuale (come il supporto a LVM, per esempio) saranno progressivamente disponibili nell'installer grafico.
ubuntu birthday 10 years
Come procurarsi il CD di installazione.
Consultare questa pagina per scaricare il CD di installazione alternate e per verificare per quali versioni e quali derivate esso è disponibile.
Una volta scaricato, il file viene salvato sul proprio disco fisso con un'estensione .iso. A questo punto sarà possibile masterizzare l'immagine su CD/DVD oppure creare una Live di Ubuntu su periferica USB.
Prima dell'installazione.
  • È utile fare una copia di backup dei propri dati personali o altri file che si ritengono importanti.
  • Controllare lo spazio disponibile: assicurarsi di avere almeno un minimo di 5 GB di spazio disponibile.
  • Se è presente anche una copia di Windows sul sistema in cui si andrà a installare Ubuntu, eseguire una deframmentazione dell'intero disco.
Avviare l'installazione
Per avviare l'installazione, il PC deve essere impostato per effettuare il boot dal CD. Inserire il CD d'installazione nel lettore CD-ROM e riavviare il computer. Se l'installazione non dovesse partire è necessario impostare il BIOS affinché esegua l'avvio dal lettore CD-ROM (consultare il manuale d'uso).
Se il proprio PC non supporta l'avvio da CD, è possibile usare Smart Boot Manager floppy per effettuare il boot.
Una volta avviata l'installazione apparirà questa schermata. Spostarsi con i tasti freccia fino a selezionare Italiano e premere Invio:


Ora, usando i tasti freccia, è possibile selezionare le varie opzioni:
  • Installa Ubuntu: avvia il processo di installazione
  • Controlla difetti sul disco: esegue un controllo di integrità del CD
  • Test della memoria: esegue un test sulla memoria RAM del proprio computer
  • Boot dal primo disco rigido: avvia il sistema trovato nel primo disco rigido
  • Ripristina un sistema danneggiato: serve per eseguire un controllo su una precedente installazione per riparare ciò che si è danneggiato
Premendo il tasto F4 è possibile selezionare le seguenti opzioni:
  • Installazione OEM (per assemblatori): avvia il processo di installazione non creando alcun utente sul sistema; sarà in questo modo possibile offrire tale possibilità all'utilizzatore finale
  • Installa un sistema a riga di comando: avvia il processo di installazione creando un sistema minimale privo di interfaccia grafica
  • Installa un server LTSP: serve per i "costruttori" di computer che hanno bisogno di installare tante copie di Ubuntu su computer simili
Premendo F5 è possibile utilizzare alcuni strumenti per rendere l'installazione accessibile anche a persone diversamente abili.
Per una panoramica delle opzioni disponibili con il tasto F6, utili per sistemi con particolari configurazioni hardware, fare riferimento alla relativa guida.
Selezionare Installa Ubuntu e premere Invio.
Configurazione della tastiera.
Sarà necessario configurare la tastiera.
Nella seguente schermata, selezionare Italia e premere Invio:
Successivamente selezionare No:
Dalla lista delle disposizioni di tastiera disponibili, scegliere Italiana:

Configurazione automatica della rete

Inserire il nome che si vuole dare al computer per identificarlo nella propria rete locale. In questo caso è stato usato ubuntu.

Impostazione dell'utente


È necessario inserire il proprio nome e cognome. Inserire prima il nome e poi il cognome.

Questo è il nome utente da utilizzare durante la fase di accesso (login) nel sistema una volta completata l'installazione.
Se il nome fornito dall'installazione può andare bene, selezionare Continua e premere Invio, altrimenti è possibile modificare il nome a proprio piacimento. Il nome deve iniziare con una lettera minuscola e non può contenere segni di punteggiatura.

Linux fa distinzione tra maiuscole e minuscole, quindi i nomi «massimo» e «Massimo» indicano due persone differenti.
Prendere nota del nome inserito, in quanto, una volta completata l'installazione, sarà l'unico utente ad avere accesso al sistema.

Ora è necessario inserire una password da associare all'utente creato in precedenza. È utile scegliere una password abbastanza lunga che contenga non solo caratteri, ma anche numeri o segni di punteggiatura.
Prendere nota della password inserita o non sarà possibile accedere al sistema.
Come ulteriore sicurezza verrà chiesto di inserire nuovamente la password.
È possibile configurare il sistema affinché utilizzi la propria directory personale in modo cifrato:
Si consiglia l'utilizzo di questa funzione soprattutto su computer portatili.
Configurazione dell'orologio.
Confermare Europe/Rome per impostare correttamente il fuso orario di riferimento:
Partizionamento del disco fisso.

Se sul sistema è già presente Windows Vista, il programma di partizionamento di Ubuntu potrebbe comprometterne l'integrità. Prima di procedere, è consigliato consultare la guida al partizionamento di Windows Vista.
In questa fase dell'installazione vengono controllati i propri dischi fissi e le partizioni contenute. È possibile quindi:

  • Guidato - usa l'intero disco: crea automaticamente le partizioni utilizzando l'intero disco.
  • Guidato - usa l'intero disco e imposta LVM: crea automaticamente le partizioni utilizzando l'intero e imposta LVM (Logical Volume Management) su di esso.
  • Guidato - usa l'intero disco e imposta LVM cifrato: crea automaticamente le partizioni utilizzando l'intero disco utilizzando e imposta LVM cifrato su di esso.
  • Manuale: consente di modificare manualmente le partizioni, creando delle partizioni personalizzate (per utenti esperti).
In questa guida verrà utilizzata la seconda opzione: Guidato - usa l'intero disco e imposta LVM.

Nel caso si renda necessario modificare manualmente la tabella delle partizioni, consigliamo la lettura della seguente guida.
Selezionare il disco sul quale si desidera effettuare l'installazione di Ubuntu:
Confermare premendo Invio su (leggere le avvertenze segnalate):
Inserire la dimensione massima che è possibile utilizzare:
Sono permesse le seguenti diciture:
  • XX GB: sostituire a XX un numero per inserire un'esatta grandezza in GB (è possibile utilizzare anche MB) del disco;
  • XX%: sostituire XX con un numero compreso fra 0 e 100 per utilizzare una sola percentuale di disco;
  • max: per utilizzare l'intero contenuto del disco;
Confermare l'operazione premendo Invio su :
L'installazione di base avrà inizio, attendere la fine delle operazioni.
Configurare il gestore di pacchetti.

Nel caso fosse necessario, verrà chiesto di inserire l'indirizzo di un proxy per accedere alla rete esterna. Solitamente questo avviene se durante la fase di configurazione della rete si sono verificati degli errori.
È consigliato lasciarlo in bianco.
Nella prossima schermata selezionare per poter scaricare i pacchetti per la corretta localizzazione e traduzione di Ubuntu:
Partirà la fase di installazione, attendere che il processo termini.

Confermare l'installazione del boot loader GRUB premendo Invio su .
Sincronizzazione dell'ora locale.
Confermare la sincronizzazione dell'ora di sistema con l'ora locale premendo Invio su :
Installazione completata

Al termine dell'installazione di tutto il software, verrà presentata questa finestra. Selezionare Continuare e premere Invio.
Se il computer non dovesse riavviarsi, riavviarlo manualmente e togliere il CD dal lettore CD-ROM per permettere l'avvio del sistema operativo.
Il sistema è installato... e adesso?
Dopo il riavvio, e nel caso siano presenti almeno due sistemi operativi, verrà visualizzato un menù grafico (del boot loader GRUB) con i possibili sistemi operativi da avviare. In caso contrario si avvierà direttamente Ubuntu.
Terminato l'avvio di Ubuntu, verranno richiesti il proprio nome utente e la password (le stesse inserite durante la procedura di installazione) per accedere al sistema e caricare l'ambiente grafico.
Il sistema potrebbe non essere completamente in italiano, consultare la pagina UbuntuItaliano per maggiori informazioni su come rendere Ubuntu completamente in italiano.
Un buon punto di partenza per entrare in contatto con il mondo Ubuntu e Linux, è la lettura della documentazione presente nel sistema operativo. Tale documentazione è raggiungibile digitando la parola Aiuto nella Dash oppure all'indirizzo http://help.ubuntu-it.org/.
Buon divertimento!
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog
Ubuntu-Logo-apple-style400x400
,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari