post h1 10 programmi multimediali per Ubuntu. ~ Ubuntulandiapost h1

marzo 15, 2013

10 programmi multimediali per Ubuntu.

| No comment
1.- A Better CD Encoder, il migliore programma di codifica CD

Un programma frontend per cdparanoia, wget, cd-discid, id3 e il proprio programma di codifica Ogg/Vorbis, MP3, FLAC, Ogg/Speex o MPP/MP+(Musepack) favorito (in maniera predefinita chiama oggenc).

Con un unico comando, estrae un intero CD e converte ogni traccia nel formato specificato poi aggiunge commenti o i tag ID3 ad ogni file.

Abcde supports:
  • CDDA using cdparanoia or cdda2wav
  • Ogg Vorbis using oggenc or vorbize
  • MP3 using lame, gogo, bladeenc, mp3enc, xingmp3enc, or l3enc
  • CDDB using cd-discid, wget, and FreeDB
  • Ogg commenting using vorbiscomment
  • Tagging using id3 and id3v2
  • m3u playlists
  • Distributed remote MP3 encoding using distmp3
  • Simultaneous reading and encoding
  • SMP systems
  • Resuming interrupted sessions
  • Noninteractivity
  • Error logging of background processes
  • Various Artists discs of all types
  • Custom filename output and munging
  • Passing arbitrary options to subprocesses
  • Ejecting CD's after reading
  • Encoder nicing
  • Grabbing arbitrary ranges of tracks
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina
2.- abcMIDI suite di programmi per trasformare file musicali ABC in MIDI e viceversa.

Il codice sorgente di questo programma non è un clone dell'abc2ps (l'originale ABC alla domanda di conversione PostScript) e adotta un approccio indipendente.
Tutti e tre questi programmi hanno l'unico parser ( parseabc.c ) in modo che essi interpretano il file ABC in modo uniforme.
Midi2abc è un altro utile programma incluso in questo pacchetto.
In alcuni casi il file risultante ABC non è particolarmente facile da leggere, ma è una rappresentazione abbastanza precisa dei file MIDI.
Questo programma è anche utile per il debug abc2midi quando il file di output non suona giusto (che può succedere con multivoiced file ABC).
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina
3.- Aeolus, emulatore di organo a canne.

Aeolus è un emulatore di organo a canne creato da Fons Adriaensen e dalle potenzialità davvero sorprendenti. Il software ci mette a disposizione 3 tastiere virtuali e la pedaliera tutto gestibile tramite midi, per ognuno di questi elementi esistono i registri da attivare o disattivare come avviene in un organo reale.
Per maggiori informazioni fatevi un giro nella Homepage del progetto,dove sono presenti anche alcuni file audio di esempio.

Breve campione della Fuga in Sol Maggiore BWV 577 di J.S.Bach suonata con Aeolus: bwv577.mp3

L'interfaccia grafica è abbastanza chiara ed intuitiva. Il driver audio su cui si appoggia il soft-synth è alsa, consigliato l'uso del server sonoro jack.Aeolus is a synthesised (i.e. not sampled) pipe organ emulator that should be good enough to make an organist enjoy playing it. It is a software synthesiser optimised for this job, with possibly hundreds of controls for each stop, that enable the user to "voice" his instrument. First presented at the 2nd LAD conference in Karlsruhe, end of April 2004.
Tutorial compelto in questa pagina


4.-  Alsa (Advanced Linux Sound Architecture), creato per sostituire l'originale Open Sound System (OSS).

Advanced Linux Sound Architecture (noto al grande pubblico con il solo acronimo ALSA) è un componente del kernel Linux creato per sostituire l'originale Open Sound System (OSS) nella fornitura di device driver per le schede audio.
Alcuni degli scopi del progetto ALSA al momento della sua ideazione erano la configurazione automatica dell'hardware, e la gestione efficiente di schede audio semplici in un sistema - scopi che sono stati quasi del tutto raggiunti. Una serie di framework, quali JACK, usano ALSA per svolgere operazioni di editing e mixing audio a bassa latenza di tipo professionale.
Il progetto, guidato da Jaroslav Kysela, fu creato, all'inizio per sviluppare un driver Linux per la scheda audio Gravis Ultrasound nel 1998, ed è stato sviluppato in maniera separata dal kernel Linux fino a quando non è stato inserito nella serie di sviluppo 2.5 nel 2002 (2.5.4-2.5.5). Nella versione 2.6 sostituisce OSS per impostazione predefinita, sebbene esista un livello di compatibilità a ritroso.
Oltre ai driver di perificerica, ALSA fornisce una libreria in user space affinché gli sviluppatori che vogliano interfacciarsi con i driver possano utilizzare un'API di livello più elevato, evitando di interagire direttamente con il kernel.
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina



5.- Open Sound System (OSS) è un interfaccia portabile per i driver delle schede audio.

L'Open Sound System (OSS) è un'interfaccia portabile disponibile in undici diversi sistemi Unix.
Venne creato nel 1992 dal finlandese Hannu Savolainen.
In seguito al successo del progetto, Savolainen creò la compagnia 4Front Technologies e rese proprietari i suoi miglioramenti, cosa che potrebbe aver contribuito indirettamente alla creazione di ALSA.
Il pacchetto proprietario, sviluppato dalla 4Front, è disponibile all'indirizzo http://www.opensound.com/. In ogni modo, i sistemi liberi GNU/Linux e *BSD includono le proprie implementazioni libere.
L'API dell'OSS fu progettata al tempo in cui le schede audio erano molto più limitate rispetto ad oggi. Ciò risultò in una mancanza del supporto API per diverse funzioni come:
  • Supporto hardware per MIDI (solitamente implementata da wavetable synthesis)
  • Hardware mixing of multiple audio channels
  • operazione Full duplex
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina.
 
6.- Aumix è un applicativo per la gestione delle funzionalità di miscelazione e di equalizzazione della scheda audio.
Aumix è un applicativo per la gestione delle funzionalità di miscelazione e di equalizzazione della scheda audio.
Può essere usato in modo interattivo, e in questo caso il programma richiede lo schermo di un terminale a caratteri, oppure diretAumix con una vecchia scheda a 8 bit.
Alcune distribuzioni GNU/Linux utilizzano Aumix per memorizzare e ripristinare le regolazioni della scheda audio. In pratica, nella procedura di inizializzazione del sistema si fa in modo di salvare in un file, presumibilmente /etc/.aumix, i valori utilizzati per ultimi durante la fase di arresto, mentre dallo stesso file vengono riletti durante la fase di avvio.
I canali stereofonici hanno anche la possibilità di essere bilanciati, come si vede intuitivamente dalle figura. Per selezionare un canale si possono utilizzare i tasti [freccia su] e [freccia giù]; per passare alla regolazione del bilanciamento si può utilizzare il tasto di tabulazione, [Tab], e così anche per tornare indietro all'elenco dei canali. Infine i tasti [freccia sinistra] e [freccia destra] permettono di regolare il volume del canale o di cambiare il bilanciamento, a seconda di dove si trova il cursore. È interessante notare che anche il mouse funziona, se gestito attraverso il demone gpm.
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina
7.- Banshee ottimo lettore musicale libero per il sistema operativo GNU/Linux.

Banshee è un media player libero per il sistema operativo GNU/Linux, basato su Mono e Gtk#.
Creato da Aaron Bockover nel 2005, il progetto si avvale anche del contributo di Gabriel Burt, un altro dipendente Novell.
Usa le librerie multimediali GStreamer per la codifica e la decodifica di vari tipi di file, come ad esempio Ogg Vorbis, MP3 e FLAC.
Banshee può riprodurre, importare e masterizzare CD audio ma non può essere sincronizzato con lettori multimediali facenti uso di protocolli di trasferimento proprietari, quali iPod e Zen, rispettivamente di Apple e Creative sebbene limitatamente all'attuale versione.
Il supporto alle periferiche MTP e PlaysForSure è da ricercarsi nel prossimo futuro.
La struttura modulare del software, rende Banshee facilmente estensibile e personalizzabile.
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina
8.-  EasyTAG, programma molto utile per modificare i tag audio.

EasyTAG, programma molto utile per modificare i tag audio.
La versione 2.1.3 introduce diverse piccole nuove funzionalità e un aggiornamento della traduzione italiana.
EasyTag permette di modificare facilmente i tag associati ai file audio in formato MP3, MP2, MP4/AAC, FLAC, Ogg Vorbis e MusePack. Supporta la possibilità di ricavare i tag dai nomi del file oppure di rinominare i file a partire dai dati in essi conservati.
Tra le molte funzionalità, molto comoda è quella che consente di rinominare o di cambiarne le proprietà al volo più gruppi di file oppure quella che consente di generare al volo playlist dai file selezionati. Il programma supporta il formato CDDB per mezzo di connessioni ai server Freedb.org e Gnudb.org.
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina



9.- Espeak è un programma di Sintesi vocale utilizzato in un ampio spettro di applicazioni, soprattutto in ambiente Linux.





Espeak è un programma di Sintesi vocale utilizzato in un ampio spettro di applicazioni, soprattutto in ambiente Linux.
eSpeak permette di salvare in file audio (in formato WAV) la voce del PC che legge il testo inserito dall’utente, ottima caratteristica utile ad esempio per creare audiolibri e/o per fare scherzi ad amici e parenti.
Decisamente semplice da utilizzare, l’interfaccia grafica intuitiva si rivela adatta anche agli utenti meno esperti.
La qualità della sintesi attualmente è sensibilmente peggiore rispetto a quella offerta da IBM con Via Voice e dai prodotti della ditta italiana Loquendo, soprattutto per la lingua italiana.
È disponibile presso il sito di Espeak anche un editor che consente di modificare le regole di pronuncia del programma.

Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina
 

10.- Icecast, piattaforma server gratuita per lo streaming audio, leggera, potente, affidabile e gratuita.
Icecast è un programma server per il media streaming mantenuto da Xiph.Org Foundation e rilasciato con licenza GNU General Public License (GPL).
Icecast supporta i formati Vorbis,Theora usando il protocollo HTTP e i formati MP3,AAC e NSV con il protocollo SHOUTcast.
Icecast è la piattaforma server gratuita per lo streaming audio più diffusa ed è fra le più affidabili nonché fra le più complete. Grazie a questo programma il vostro computer diventerà un server per lo streaming audio.
Icecast permette di monitorizzare un sacco di informazioni inerenti il flusso delle connessioni al vostro server, impostare le porte di connessione al vostro computer, limitare la banda di streaming, proteggere la connessione con una password ed altro ancora.
Attenzione: Icecast è uno strumento indispensabile per trasmettere audio su web, ma serve solo come "ponte": per poter fare una webradio sono necessari oltre ad Icecast altri software aggiuntivi come ad esempio Oddcast, Sam2, ezstream per Windows o Ices, Muse, Darkice per Linux.
Scheda completa e istruzioni per il download in questa pagina
 
Ricerca personalizzata


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, , , , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari