post h1 Guida a KXStudio ampia collezione di software dedicato all'audio/video per GNU/Linux: consigli per la compensazione della latenza e la riduzione degli xrun. ~ Ubuntulandiapost h1

febbraio 07, 2014

Guida a KXStudio ampia collezione di software dedicato all'audio/video per GNU/Linux: consigli per la compensazione della latenza e la riduzione degli xrun.

| No comment

Anche se la latenza si riferisce soprattutto alla dimensione del buffer che ritarda un feedback immediato di ingresso, vi è la latenza addizionale dovuta alla gestione di base della vostra interfaccia audio. Non vi è alcun modo per ridurre questa latenza chiamata "loopback" , ma la sua esistenza influenzerà i tempi di sovraincisioni registrate.

Per risolvere questo problema, si può far conoscere ai programmi l'entità del ritardo, in modo sia possibile compensare, cioè il tempo dell'audio registrato verrà regolato per tenere conto di questo ritardo .

Il software non può scoprire l'entita della latenza di loopback, ed è quindi necessaria la seguente procedura per determinane il valore. Avrete bisogno di un cavo di "loopback" in grado di collegare dell'ingresso fisico del dispositivo audio alla sua uscita fisica.

  1. Collegare l'ingresso (es.microfono) all'uscita (es.cuffia) con il cavo di loopback;
  2. Avviare JACK con note buone impostazioni;
  3. Aprire un terminale ed avviare "jack_iodelay", che restituirà 'Signal below threshold…" (segnale sotto la soglia) fino a quando non completeremo le connessioni in JACK;
  4. Utilizzare Catia o Claudia per collegare il capture_1 a jack_delay e collegando jack_delay out alla porta playback_1;
  5. Con le connessioni effettuate, "jack_iodelay" dovrebbe dare in uscita come "use X for the backend arguments -I and -O";
  6. Da terminale, usare CTRL-C per interrompere jack_iodelay;
  7. In Cadence o Claudia, aprire le impostazioni JACK e inserire il valore X da jack_iodelay per i valori di latenza in più di input e di output;
  8. Inserire le nuove impostazioni JACK con il pulsante "Switch Master" . Se si ri-eseguire il test di cui sopra ci dovrebbe essere alcuna latenza di loopback supplementare .

kxstudio_tal-vsts

Questo valore viene usato per dire ai programmi come regolare le registrazioni in modo che il risultato registrato si allineeranno esattamente di come le performaces originali, allineato con le tracce precedenti .

Poiché queste impostazioni non vengono salvate nel software per andare con la scelta dell'interfaccia, dovrete cambiarle ogni volta che si cambia un dispositivo. Il modo più semplice per farlo è quello di avere sessioni di Claudia per ogni dispositivo in modo tutte le impostazioni vengono salvate insieme .

Minimizzare xruns .

Disattivare internet wireless .

Adattatori WiFi sono stati riconosciuti come causa di xruns casuali. Alcuni portatili hanno un interruttore hardware esterno per disattivare wifi. In caso contrario , deselezionare "abilita wireless" nel controllo della rete del vassoio di sistema di KDE. Se utilizzate principalmente ethernet, considerate di disabilitare il wifi (es. 802.11 a/b/g/n) nel BIOS o nel menu UEFI .

Chiudere i programmi non necessari.

In generale , evitare l'esecuzione di programmi che usino in modo intenso la CPU durante la registrazione .

Molti annunci pop -up e siti web popolari fanno uso di Adobe Flash: se avete schede del browser aperte, sappiate che è sufficiente un solo piccolo componente che usa Flash per provocare una grande perdita di CPU, minore latenza e più xruns. Il modo più semplice per evitare questo è di chiudere qulsiasi browser web.

Evitare di ricampionamento in realtime.

Quando si utilizzano Digital Audio Workstation e applicazioni simili, come campionatori, ecc, si consiglia di convertire qualsiasi file audio che si desidera importare per utilizzare la stessa frequenza di campionamento di quello che si sta utilizzando per JACK. Molte applicazioni consentono di importare e utilizzare file audio di differenti frequenze di campionamento a quello che si esegue con JACK, ma poi tentano di ricampionare l' audio al volo, e questo porta a xruns se la CPU non può tenere il passo. È possibile controllare la frequenza di campionamento dei file audio utilizzando il lettore multimediale preferito, come SMPlayer (premendo CTRL + I durante la riproduzione del file) o VLC (premendo CTRL + J) o si può scoprire dal terminale utilizzando MediaInfo.

SoundKonverter e XCFA sono ottimi strumenti per la conversione batch di file audio .

Verificare la presenza di conflitti IRQ.

Aprire un terminale ed eseguire :

cat /proc/interrupts

Assicurarsi che il driver audio non condivida un IRQ con un altro dispositivo. Per correggere questo può essere semplice come cambiare la porta di un dispositivo audio USB che si sta utilizzando, ma in caso contrario consultare .questa guida per la fissazione conflitti IRQ.

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, , , , , , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari