post h1 Guida all’installazione di Kubuntu 14.04 “Trusty Tahr”: Firefox di default, come installare altri browsers alternativi (4a parte). ~ Ubuntulandiapost h1

aprile 23, 2014

Guida all’installazione di Kubuntu 14.04 “Trusty Tahr”: Firefox di default, come installare altri browsers alternativi (4a parte).

| No comment

Kubuntu 14.04 LTS viene rilasciata con KDE 4.13, una delle migliori release di sempre in termini di velocità e stabilità.

Kubuntu è sviluppato in modo coordinato con Ubuntu e tutti i pacchetti sono condivisi nello stesso archivio.

Il rilascio di una nuova versione avviene contestualmente al rilascio di una nuova versione di Ubuntu, e come tale contrassegnata da X.Y aggettivo animale (dove X rappresenta le ultime due cifre dell'anno di rilascio e Y è il mese: 04 (aprile) per le versioni stabili e 10 (ottobre) per quelle di passaggio tra una stabile e la successiva).

Finanziato dalle società Canonical Ltd (registrata nell'Isola di Man) e Blue Systems , questo sistema è rilasciato come software libero sotto licenza GNU GPL ed è gratuito e liberamente modificabile.

KDE 4.13,  include di default:

  • Il nuovo desktop semantico Baloo che velocizza notevolmente il processo d'indicizzazione dei file
  • Il reader d'immagini Gwenview che aggiunge / migliora il supporto per RAW,
  • L’editor di testo Kate completamente rivisitato con nuove features come ad esempio l'evidenziazione della sintassi in C++, supporto per C++11 e C++1y e nuove opzioni riguardanti per la sezione del testo e completamento automatico del codice.
  • KDE 4.13 potrebbe, per le versioni precedenti,  arrivare attraverso PPA Kubuntu Backports

kde_desktop_thumb

1.- Firefox.

Su Kubuntu 14.04 troviamo finalmente una delle principali novità di questo rilascio ovvero la presenza di Firefox come browser predefinito.

Rekonq rimarrà comunque disponibile nei repository ufficiali della distribuzione. Rekonq ha già sostituito Konqueror, come browser predefinito, in Chakra e Kubuntu, Basato inizialmente su qtwebkit (e attualmente su kdewebkit), Rekonq è un browser leggero progettato per utilizzare il motore di visualizzazione WebKit in combinazione con varie tecnologie KDE in modo da integrarsi perfettamente nel desktop KDE.

La migrazione da Rekonq a Firefox sembra azzeccata dato che la maggior parte degli utenti Kubuntu installava in un secondo momento il browser di Mozilla, dagli sviluppatori è probabile che arrivino delle ottimizzazioni al tema di default migliorando cosi l'integrazione con il desktop environment KDE.

Come sempre manca però l'integrazione con i mimetype e KDE (non ci sono le famose patch di openSUSE) e dunque avete due scelte: accontentarvi e modificare i mimetype a mano oppure aggiungere il PPA sponsorizzato da Blue Systems che va a fornire una versione di Firefox patchata.

Il problema principale di questo repository è però che non è aggiornato in maniera rapida e costante e quindi spesso vi troverete disallineati con la versione corrente. Comunque, se volete farlo vi basterà seguire queste istruzioni. Come prima cosa aggiungiamo il repository dando:

sudo add-apt-repository ppa:blue-shell/firefox-kde

Aggiorniamo con

sudo apt-get update && sudo apt-get dist-upgrade

2.- Chromium.

chromium_home_original

Chromium è un browser web multipiattaforma opensource su cui è basato Google Chrome. Il design minimalista è il risultato di uno dei principali obiettivi di sviluppo di Chromium per diventare un riferimento nella navigazione nel web tramite tab. Questo browser è stato sviluppato sul motore di caricamento delle pagine web chiamato WebKit, tramite il quale Chromium fornisce il supporto per HTML5 e CSS3 ai propri utenti.

Caratteristiche.

    architettura multi-processo - ogni sito o plugin è avviato in un processo separato - questo per l'utente finale comporta una maggiore stabilità e sicurezza del programma;
    temi - ti permettono di personalizzare Chromium ed integrarlo nel design del tuo desktop;
    estensioni - aggiungono funzionalità al browser tramite HTML, CSS e JavaScript;
    sincronizzazione delle preferenze - ti consente di mantenere gli stessi settaggi, segnalibri, estensioni e temi su più computer;
    modalità anonima - evita che vengano lasciate tracce mentre navighi (cronologia, file cookie...);
    DNS prefetching - permette una più veloce risoluzione dell'IP da parte del DNS;

Installazione.

Da terminale digitate:

sudo apt-get install chromium-browser

3.- Google Chrome.

Potete scaricare il pacchetto deb di Google Chrome da questo indirizzo https://www.google.com/intl/it/chrome/browser/

google chrome

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

, , , , , ,

Nessun commento:

Posta un commento

Caricamento in corso...

Ultimi post pubblicati

Archivio

Ubuntulandia in Instagram

>center>

Post Più Popolari